Sarri Omofobo: Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport

Alla fine del match di quarti di finale di Coppa Italia, tra Napoli e Inter, che ha visto i nerazzurri imporsi per 2-0 al San Paolo, c’è stata un’accesa lite tra i due tecnici ed entrambi sono stati allontanati dall’arbitro. Come di consueto Roberto Mancini si è presentato ai microfoni della Rai per parlare della partita, ma l’intervistatore gli ha chiesto cosa fosse successo durante la lite con Maurizio Sarri. Il tecnico jesino,visibilmente scosso. ha spiegato che Maurizio Sarri lo ha epitato dandogli del “frocio” e del “finocchio”, riportiamo le testuali parole. Dopo di che non ha voluto parlare della partita perchè sconvolto dall’accaduto.

Maurizio Sarri quindi è omofobo? Lui dice di no e dice di essersi scusato con Mancini negli spogliatoi, ma il tecnico nerazzurro gli ha solo risposto che si dovrebbe vergognare. Nei quotidiani oggi in edicola si prospetta una lunga squalifica per Maurizio Sarri, addirittura la Gazzetta dello Sport parla di 4 mesi di squalifica possibile, per aver ” avuto un comportamento discriminatorio e ogni condotta che comporti offesa per motivi di sesso”. La squalifica a tempo determinato andrebbe scontata anche in campionato e in Europa League perché l’Uefa recepisce le sanzioni. Domani ci sarà la sentenza e sarà basata solo sul referto arbitrale che lo stesso ha compilato.

Il quotidiano torinese Tuttosport, ha messo in prima pagina un’immagine del tecnico jesino e ha scritto “Siamo tutti Mancini”, in segno di solidarietà con il tecnico nerazzurro. Quindi è evidente la presa di posizione di Tuttosport, che sta apertamente con Mancini, o forse sta contro il Napoli rivale per lo scudetto, a seconda dei punti di vista.

Ed infine anche il Corriere dello Sport apre con Sarri che rischia 4 mesi di squalifica. In questa occasione non riusciamo a capire da che parte sta il quotidiano capitolino, sembra equidistante da ambo le parti, ma riporta minuziosamente tutto l’accaduto con l’ausilio del video in cui Mancini denuncia gli insulti ricevuti.

Leggi anche: