Sassuolo-Pescara 0-3: Ricorso contro Figc ed abruzzesi

Il Sassuolo non ci sta, rivuole i suoi 3 punti persi con il Pescara (0-3 a tavolino) e fa ricorso contro la Figc.

Ricordate quando ad inizio campionato uno spumeggiante Sassuolo batté il Pescara per 2-1 ma in campo scese lo squalificato Ragusa? Il giudice sportivo decise per la vittoria 0-3 a tavolino del Pescara, tra le proteste degli emiliani.

Il tesseramento di Ragusa, preso il 26 agosto dal Cesena, avvenne dopo la consegna ufficiale dei 25 della rosa del Sassuolo alla Lega calcio. Per inserire il nuovo acquisto, regolarmente tesserato, il club dovette sostituire un giocatore precedentemente inserito. In questo caso, la norma da un anno prevede che il club invii alla Lega calcio una Pec (posta certificata) con la notifica della sostituzione.

Il Sassuolo sostiene di averla inviata, la Lega di non averla mai ricevuta. Gli emiliani avviarono subito una verifica interna al termine della quale avrebbe con tutta probabilità fatto ricorso per ripristinare il risultato ottenuto sul campo.

A quanto pare i neroverdi hanno avviato le pratiche per riprendersi i 3 punti: il Collegio di garanzia dello sport ha ricevuto un ricorso del club contro la Figc e il Pescara per l’impugnazione della decisione della Corte sportiva d’appello con cui è stato respinto il reclamo avverso la decisione del giudice sportivo, che ha punito il Sassuolo con la sanzione della perdita a tavolino della gara del 28 agosto. Il Sassuolo chiede al Collegio di garanzia di ripristinare il 2-1 maturato sul campo o, in via subordinata, di rinviare il procedimento ad un nuovo esame della Corte sportiva d’appello.