Sassuolo-Roma, Spalletti: “Dzeko Gioca? Non convocato”

VOTA QUESTA NOTIZIA

La notizia del giorno in casa Roma, alla vigilia del match contro il Sassuolo, la dà Luciano Spalletti in conferenza stampa: “Dzeko non convocato”. Il tecnico dei giallorossi, parlando della sfida in programma domani sera alle 20.45, stila infatti il bollettino medico: “Dzeko non sarà della partita, ha una contusione grossa, sarebbe rischioso usarlo. Maicon ha i suoi problemi che vanno gestiti, dobbiamo valutare. Totti ha un dolore sul gluteo, vorrei dire qualcosa di più ma i controlli sono in corso. Spero che il capitano stringa i denti, ma al momento sente un forte dolore”.

Insomma, la Roma andrà a giocare contro il Sassuolo senza il suo centravanti, ma Spalletti si consola con il mercato, a partire da Perotti: “Diego fa parte della nostra squadra, ci può dare un contributo perché sa giocare in più posizioni. Fa piacere averlo a disposizione. Lo stesso discorso vale per Zukanovic. Sono funzionali per le situazioni che stiamo affrontando. Il nostro mercato è chiuso qui, la nostra rosa è completa, sono soddisfatto”.

Spalletti non dimentica  anche El Sharaawy e parla così in merito alla possibilità di rivederlo in campo: “Ha fatto una buona prestazione e ha fatto gol. La testa diventa fondamentale. Lui può essere utilizzato, con qualcuno bisogna fare turnover, ma in questo caso non ci sono molti dubbi. Se può fare l’attaccante centrale? Per le sue caratteristiche io lo vedo esterno”. Tornando al centravanti e alle defezioni per domani sera, il tecnico non dispera: “In mancanza di Dzeko e Totti dobbiamo pensare qualcosa di diverso. Però abbiamo Sadiq, non ha grandissima tecnica ma ha corsa, e nelle situazioni reali ti trova la soluzione perché ha delle qualità. Poi abbiamo anche altre soluzioni, certo, ma non posso dire tutto”.

Spalletti va poi ad analizzare la situazione in difesa: “Non dobbiamo essere rigidi con gli schemi, se è a disposizione Maicon lo lasci più libero e compensi dall’altra parte facendo più attenzione nella perdita di palla e nelle ripartenze avversarie. Difesa a tre e mezzo…Ma le scelte sono abbastanza obbligate, in questo momento non abbondiamo di disponibilità”. Però alcuni giocatori della Roma sono molto duttili: “Nainggolan dà certezze in qualsiasi posto del campo. Pjanic e Radja vanno ad interpretare le due posizioni, a palleggiare nel mezzo o sulla trequarti, lo fanno sempre, e quando lo fanno entrambi è ancora meglio. De Rossi da dietro lo sa fare, ha esperienza e qualità nell’impostare. Ci sono più qualità che difficoltà”, conclude Spalletti.

LEGGI ANCHE