Scandalo Calciopoli, Marotta: "Faremo le nostre valutazioni"

Lo scandalo Calciopoli è ancora una ferita aperta per il club bianconero e per tutti i suoi tifosi. Con l’arrivo in società del Presidente Andrea Agnelli, nel 2010, la società di Corso Galileo Ferraris ha iniziato la battaglia legale contro la FIGC: lo stesso numero uno juventino ha chiesto la parità di trattamento, la revisione del processo sportivo e la richiesta danni per 443 milioni che ha avanzato alla Federcalcio.

L’amministratore delegato Beppe Marotta è tornato sull’argomento: “Abbiamo sempre detto che le decisioni sono state inique: due pesi e due misure. La nostra posizione rimane la stessa“. Qualche giorno fa sono state rese note le motivazioni della sentenza di Cassazione dell’ex Direttore Generale Luciano Moggi, confermandone la colpevolezza.

L’ad ha poi proseguito: “Siamo in attesa di leggere e analizzare le motivazioni e poi faremo le nostre valutazioni. I nostri avvocati stanno valutando attentamente il tutto“.

Leggi anche