Scandalo Catania Calcio, a Pulvirenti Daspo di 5 anni

Si sta svolgendo a Roma il processo di primo grado per lo scandalo del Calcio Catania. La giornata è iniziata con un Daspo di cinque anni ad Antonino Pulvirenti e Pablo Cosentino, rispettivamente presidente e amministratore delegato della società rossazzurra all’epoca dei fatti.

La combine di sei partite durante il campionato di Serie B 2014-15 potrebbero costare al Catania Calcio, deferito per responsabilità diretta, la retrocessione in Serie D e per evitare che ciò accada Pulvirenti ha optato per il patteggiamento con la Figc. Le ammissioni fatte dall’ex presidente degli etnei nel corso dell’interrogatorio sono state considerate da Palazzi sufficienti per proporre il patteggiamento in Tribunale, tuttavia per conoscere le sentenze occorrerà attendere giovedì. Intanto Pulvirenti è stato inibito con un Daspo di cinque anni durante i quali non potrà presenziare alle manifestazioni sportive. Stessa pena è toccata a Pablo Cosentino.

Leggi anche: