Scandalo Scommesse, come si truccavano le partite

Cominciano a trapelare informazioni su come si truccavano le partite finite nel calderone del nuovo scandalo del calcio scommesse. Pochi minuti fa la conferenza stampa del procuratore capo di Catanzaro Vincenzo Lombardo, che ha spiegato qual era l’iter per truccare un match e da dove sono partite le indagini: “Tutto nasce dalle indagini su Pietro Iannazzo, e si parte dai dirigenti della società sportiva Neapolis. Poi si arriva ai dirigenti della Pro Patria, e poniamo l’attenzione sul campionato di Lega Pro. Abbiamo tra i finanziatori tre tra serbi e sloveni, già conosciuti alle forze dell’ordine dei loro paesi, soggetti maltesi e un albanese, che alla fine viene sequestrato e pestato perché aveva perso dei soldi, scommettendoli in prima persona, che gli erano stati dati per aggiustare delle partite. Non potevamo intervenire prima perché avremmo svelato l’indagine su Iannazzo.”

È la volta del procuratore aggiunto Bombardieri, che fa i nomi di dirigenti della Pro Patria: “Ci sono stati episodi di sequestri di persona e pestaggi, sono coinvolti soggetti decisamente pericolosi. O soggetti disposti a tutto: penso a Mauro e Carluccio, disposti a vendere risultati della Pro Patria. In questa indagine vi è uno spaccato di come veniva inteso lo sport da questi soggetti: in altre partite è capitato che l’allenatore, coinvolto nella combine, abbia dato la colpa della sconfitta ai giocatori che invece avevano giocato lealmente”.

Infine il questore Giuseppe Racca include il Brindisi nel discorso delle combine: “Poi c’è stata una nuova combine per far vincere il Brindisi calcio: attraverso un calabrese, ex calciatore, che in qualche intercettazione ha evocato rapporti con la criminalità della sua regione, siamo arrivati a un livelli più alto, a un’associazione che riceve finanziamenti da Serbia, Malta e anche Russia”.

Intanto, il Lumezzane, che dovrebbe disputare i play out proprio contro la Pro Patria si lamenta pesantemente:  “È una vergogna quello che sta emergendo. Io devo affrontare nei play out una squadra che ha comprato e venduto partite? Assurdo”, queste le parole del presidente.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL NUOVO SCANDALO CALCIOSCOMMESSE