Scudetto 1915 alla Lazio: revocato al Genoa?

Mentre la lotta per il titolo 2016 è ancora apertissima, quella per lo scudetto 1915 è destinata a riaprirsi: può essere revocato al Genoa e assegnato alla Lazio. La decisione, che sarebbe clamorosa, arriverá tra pochi giorni, quando una commissione formata dalla FIGC a seguito di una petizione di 30.000 tifosi biancocelesti, analizzerà la situazione. Ma perchè l’attuale club di Lotito avrebbe diritto a questo scudetto?

ALTRI TEMPI – Un secolo fa, quando mancava una giornata al termine della fase a gironi della Prima Divisione (l’attuale Serie A), scoppiò la prima guerra mondiale e il campionato venne sospeso, con i giocatori che furono chiamati a combattere su campi decisamente più insoliti, e in palio vi era la vita e la salvezza dell’Italia, e non più lo scudetto. All’epoca, vi era una prima fase da sei gironi interregionali, e poi una fase con tre gironi, quello del Nord, del Centro e del Centro-Sud, con le vincitrici degli ultimi due che in uno spareggio si giocavano la possibilità di affrontare la vincitrice del girone nordico nella finalissima per l’assegnazione del titolo.

UNA DECISIONE AFFRETTATA? – Al momento della sospensione, fu deciso di assegnare lo scudetto al Genoa, che guidava il Girone A. I rossoblù, però, potevano ancora essere raggiunti dal Torino secondo, ma sul momento questa possibilità fu trascurata. Così come fu trascurata, classifica alla mano, la Lazio, che aveva matematicamente vinto il Girone B, dal momento che l’ultima giornata avrebbe portato una vittoria a tavolino contro il Lucca giá ritiratosi. Va ribadito, però, che i biancocelesti avrebbero dovuto sfidare la vincente del Girone C per guadagnarsi l’accesso alla finale, mentre il Grifone, arrivando primo (e non era però ancora matematico!) avrebbe disputato automaticamente l’ultimo atto, a causa di un meccanismo che premiava le squadre settentrionali, all’epoca più competitive.

QUALE SOLUZIONE? – Una squadra, il Genoa, non era sicura della vittoria del proprio girone, ma in tal caso sarebbe stata sicura di giocarsi la finale scudetto. L’altra, la Lazio, era sicura di aver vinto il proprio girone, ma per la finale serviva ancora un altro passo. Tra le due, furono preferiti i liguri, ma la storia, ora, può cambiare. La petizione chiede la revoca dello scudetto al Genoa e la riassegnazione alla Lazio e agli stessi rossoblú a pari merito. Fra pochi giorni il verdetto, che andrà dunque ad anticipare quello del 2016, con Juventus e Napoli a darsi battaglia nel presente.

CURVA NORD LAZIO, LA LETTERA AL CORRIERE DELLO SPORT