Scudetto Juventus, Dybala: "Gattuso mi picchiava"

Lega Pro

Il talento argentino spiega la sua stagione.

Paulo Dybala, in un’intervista al Pais, svela le sue ambizioni e i suo modelli. Ha voglia di diventare determinante e di continuare a vincere: “Io da piccolo ammiravo Riquelme e Ronaldinho. Ho imparato tanto anche guardando Messi, Neymar ma soprattutto da Franco Vazquez quando ero al Palermo. Appena arrivato in Serie A ricordo che Gattuso mi randellava per farmi capire come e dove dovevo posizionarmi. Mi ha aiutato tantissimo perchè non ero abituato alle botte e ai contrasti duri”

Il talento argentino, poi, parla delle sue ambizioni: “Quando gioco divento una tigre, mi trasformo. Mi dicono che ho la faccia da ragazzino ma dentro di me penso come se avessi 30 anni. Voglio crescere e diventare importante. Ho tanta fiducia in me stesso”

Infine, Dybala, parla dei suoi compagni: Buffon è un leader. A 38 anni ti riesce a trasmettere comunque la voglia di vincere e di migliorare e con lui tutto è più facile. Alla Juventus impari che ti devi sempre impegnare in battaglia e mai rilassarsi. Qui c’è gente che ha vinto tanto e comunque continua a lottare.”