Serie A 8a giornata: il Napoli è diventato grande, il Milan tocca il fondo. E che bella Lazio

L’ottava giornata di Serie A ha certificato alcune di quelle sensazioni lasciate dai primi sette turni. Una giornata che vedeva sfidarsi le prime 6 forze del campionato in una sorta di mini torneo. E accade che la Lazio viola lo l’Allianz Stadium confermando che lotterà fino alla fine per la Champions League. Il Napoli ne approfitta vincendo ancora all’Olimpico e il Milan crolla sotto i colpi di Icardi.

Non è un caso la vittoria della squadra di Simone Inzaghi. Certo, quando la Juventus perde allo Stadium, c’è sempre una nota di demerito per i bianconeri. Ma non si può sottovalutare una squadra che gioca con coraggio, sa difendersi e ha alcuni uomini di altissimo profilo. De Vrij, Milinkovic-Savic, Luis Alberto e Immobile sono i fuoriclasse, poi c’è una squadra ormai candidata ad un posto tra le prime 4. L’altra faccia della medaglia vede la squadra di Allegri nel momento più difficile delle ultime due stagioni. Bergamo è stato un campanello d’allarme, la Lazio conferma che qualcosa non va. Resta probabilmente favorita per lo scudetto, ma bisogna ritrovare alcune certezze un attimo accantonate, e Gonzalo Higuain.

Favorita la Juventus quindi, ma c’è una rivale che si giocherà lo scudetto fino alla fine. Il Napoli di Maurizio Sarri, ideatore di una squadra che è diventata grande. Grande perchè maturo, perchè vince le partite difficili come le vincono le grandi. In casa della Roma quest’anno vinceranno in pochi, soffriranno tutti. Lo ha fatto anche il Napoli, capace però di non regalare campo alla Roma, di gestire comunque il ritmo. Le occasioni giallorosse sono state appunto occasioni, più che risultato di un dominio territoriale. Così si vince da grande, quando non si eccelle nel gioco ma si portano a casa 3 punti fondamentali.

Poi c’è il derby di Milano. Il Milan che non può perdere, già troppo lontano dalle concorrenti al posto Champions. E l’Inter, che risultati alla mano vale di più e vuole confermarsi più forte. Un tempo a testa, una bellissima partita, poi la differenza la fanno i singoli. Da una parte Handanovic e Icardi, dall’altra Rodriguez, Biglia, Bonucci.  Uomini in teoria fondamentali ma autori di errori madornali. Icardi si porta il pallone a casa, il Milan scivola al 10imo posto e risalire la china sarà molto complicato.

Dietro, arrivano risultati importanti soprattutto da Bologna e Genoa. I felsinei vera sorpresa di questo inizio di campionato, con la terza vittoria consecutiva si piazzano nella colonna di sinistra, lasciando al palo ( e a 5 punti) la Spal. Il Genoa trova i primi tre punti in casa di un Cagliari molto in difficoltà. Come sono in difficoltà Udinese e Sassuolo, risucchiate nella lotta salvezza un po’ inaspettatamente. Attenzione alla Sampdoria, vincente contro l’Atalanta, guidata da un ottimo tecnico come Giampaolo. Appena dietro le grandi, pronta ad approfittare di un posto libero per l’Europa League.

RISULTATI 8a GIORNATA

Juventus-Lazio 1-2
Roma-Napoli 0-1
Fiorentina-Udinese 2-1
Bologna-Spal-2-1
Cagliari-Genoa 2-3
Crotone-Torino 2-2
Sampdoria-Atalanta 3-1
Sassuolo-Chievo 0-0
Inter-Milan 3-2
Verona-Benevento stasera ore 20.45

CLASSIFICA SERIE A

Napoli 24
Inter 22
Lazio 19
Juventus 19
Roma 15 (una partita in meno)
Sampdoria 14 (una partita in meno)
Bologna 14
Torino 13
Chievo 13
Milan 12
Fiorentina 10
Atalanta 9
Cagliari 6
Udinese 6
Crotone 6
Genoa 5
Sassuolo 5
Spal 5
Verona 3 (una partita in meno)
Benevento 0 (una partita in meno)