Serie A 2014-15: la Top 11 della 37a Giornata

Penultima giornata di campionato, penultima top 11 di CalcioNow.it che, a seguito dei risultati e dei protagonisti della 37a giornata di Serie A, ha deciso di schierare una formazione disposta secondo un 3-4-1-2 che vede Buffon tra i pali; Cannavaro, Marcos Alonso, Yanga Mbiwa in difesa; Sturaro, Kucka, Ilicic e Magnanelli a centrocampo ed El Shaarawy alle spalle della coppia d’attacco Toni-Pazzini. A sedere in panchina è Rudi Garcia.

BUFFON. Lo Scudetto e la vittoria della Coppa Italia non hanno placato la fame della Juventus che, in attesa di disputare la finale di Champions League contro il Barcellona, si è sfogata nel match della 37a giornata di campionato contro il Napoli. Tre gol rifilati ai partenopei e una super parata di Buffon sul rigore calciato da Lorenzo Insigne. Se non fosse stato per il guizzo vincente di David Lopez, Buffon avrebbe festeggiato come se avesse segnato il gol, nonostante tutto merita un posto nella nostra top 11.

CANNAVARO. Un salvataggio sulla linea con un intervento davvero provvidenziale ha di fatto reso la domenica di Paolo Cannavaro e del Sassuolo davvero perfetta. Allo stadio Friuli l’armata neroverde trionfa grazie al gol di Berardi e all’importante salvataggio sulla linea del difensore ex Napoli.

MARCOS ALONSO. Entra a partita in corso e regala alla Fiorentina, con il suo gol, la vittoria sul Palermo e il quinto posto in classifica che vale l’Europa League. Ottima la mossa di Vincenzo Montella, perfetta la conclusione al volo del difensore sulla punizione calciata da Ilicic.

YANGA MBIWA. Il derby della capitale va alla Roma che stende per 2-1 la Lazio e conquista il secondo posto con accesso diretto in Champions League. A dare la spinta ai giallorossi verso l’Europa che conta è Yanga Mbiwa che a cinque minuti dalla fine della sfida mette a segno con un gran colpo di testa la rete che vale il definitivo 2-1.

STURARO. Da riserva a titolare, da titolare a uomo-partita. Sturaro ha fatto tutto in un match. Arrivato dal Genoa ha fatto fatica a trovare spazio nella Juventus, ma chiamato in causa da Allegri ha punito il Napoli con un gol da vero attaccante d’area. Supera Albiol con estrema facilità e batte Andujar con un tiro preciso. Il gol di Sturaro sarà poi quello che assicurerà ai bianconeri la vittoria.

KUCKA. L’uomo dell’ultimo minuto. È proprio all’89’ che il centrocampista del Genoa segna, in una partita scoppiettante e importante come quella contro l’Inter, il gol che consegna nelle mani del Grifone i tre punti e mantiene vivo il sogno Europa League, licenza Uefa permettendo. Marassi in festa, grazie a Kucka.

ILICIC. Davvero eccezionale il gol realizzato da Ilicic e che permette alla Fiorentina di portarsi in vantaggio nel match del Barbera. Palermo beffato dall’ex che si scusa commuovendosi, ma resta comunque uno degli uomini più decisivi della Viola. Proprio da una sua punizione nascerà infatti il gol del definitivo 3-2.

MAGNANELLI. Il Sassuolo si conferma come una bella realtà. Conquista altri tre punti grazie a un gran diagonale calciato da Magnanelli su assist perfetto di Berardi. Al 71′ crolla l’Udinese e il Sassuolo fa festa.

EL SHAARAWY. La sfortuna sembra aver cambiato direzione e, abbandonato El Shaarawy, il Faraone si è mostrato in tutta la sua eleganza. Quattro mesi fuori dal campo non hanno fatto dimenticare a El Shaarawy come si fa gol e nel match contro il Torino il giovane attaccante del Milan si è regalato una meravigliosa doppietta. Un bentornato, oltre ai complimenti, è d’obbligo.

TONI. Nella 37a giornata di Serie A Luca Toni è ancora protagonista con la maglia del Verona. L’attaccante realizza, ancora una volta, una doppietta che questa volta non permette alla squadra veneta di vincere, ma vale, per Toni, il primo posto nella classifica marcatori e un posto nella nostra top 11.

PAZZINI. Tra una panchina e l’altra il Pazzo riesce a firmare la sua 100a marcature in Serie A. Sono tanti i gol segnati da Giampaolo Pazzini nella massima serie dal suo esordio con la maglia dell’Atalanta, un traguardo importante raggiunto in una serata speciale: con la fascia da capitano al braccio e in un San Siro festante per la vittoria del Milan sul Torino.

ALL. RUDI GARCIA. Non è stata una stagione semplice per la Roma e per Rudi Garcia. Tante le difficoltà incontrate, ma in questa 37a giornata i giallorossi sono riusciti a raggiungere un bel traguardo. Non solo hanno battuto la Lazio eterna rivale, ma si sono aggiudicati il secondo posto in classifica che permetterà loro di giocare, il prossimo anno, in Champions League.

Top 11 37a giornata Serie A 2014-15

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2014-15