Serie A 2014-2015: la Top 11 della Tredicesima Giornata

Nella tredicesima giornata di Serie A ad essere protagonisti sono stati i gol dell’ultimo minuto e il loro marcatori che trovano spazio nella top 11 stilata da CalcioNow.it. Un 3-5-2 guidato dalla panchina da Gasperini, con in porta Bizzarri, in difesa Rami, Holebas, Antonelli, centrocampo a cinque con Peres, Pjanic, Pirlo, Menez, Mati Fernandez, Zapata e Matri.

BIZZARRI. Chievo-Lazio non è stata una partita spettacolare, l’unica vera sorpresa di tale match è stato il portiere dei clivensi Bizzarri che con le sue parate ha impedito ai biancocelesti di Pioli di andare in rete. Una tra tutte la respinta su finale di partita alla conclusione di De Vrij. Mister Maran lo ha preferito a Bardi e Bizzarri si è fatto trovare pronto.

RAMI. Attento in fase difensiva e sempre pericoloso in attacco. Adil Rami è il giocatore che sblocca il match di San Siro scalfendo la porta avversaria, l’intervento di Karnezis però gli impedisce la gioia del gol: sebbene la sfera fosse quasi totalmente entrata in porta, la rete non viene convalidata.

HOLEBAS. E’ del difensore il gol che porta la Roma sul 2-1. Bella la giocata di Holebas che, saltati Campagnaro e Medel, va al tiro, un diagonale preciso che batte Handanovic.

ANTONELLI. Il Genoa vince e convince e lo dimostra sin dall’inizio. Bastano 8 minuti al Grifone per portarsi in doppio vantaggio con i gol di Matri al 5′ e Antonelli che tre minuti dopo sfrutta il tocco di tacco dell’attaccante ex Juve e deposita la sfera in rete. C’è lo zampino del difensore anche nel gol del 3-0 genoano.

PERES. Ha arricchito il derby della Mole con il suo straordinario gol. Partito dalla propria metà campo, ha percorso palla al piede l’intero perimetro di gioco, 78 metri per la precisione, e, come se non fosse già abbastanza, dal limite dell’area ha lasciato partire un tiro diagonale che si è infilato alle spalle di Storari. Azione tipica da Holly e Benji.

PJANIC. La Roma riesce a imporsi sull’Inter per 4-2 e a regalare la vittoria ai giallorossi è Pjanic che con la sua doppietta realizzata al 60′ e al 92′ mette in cassaforte tre punti preziosi che permettono alla Roma di non lasciarsi sfuggire la Juventus e mantenere ben saldo il secondo posto in classifica.

PIRLO. La classe non è acqua e Pirlo lo ha dimostrato quando sul finire di Juventus-Torino ha colto un suggerimento di Vidal e dalla lunga distanza è andato al tiro, quasi una punizione in movimento, sul quale non ha potuto nulla Gillet. Un gol spettacolare che ha permesso alla Vecchia Signora di vincere il derby e mantenere il primato in classifica.

MENEZ. In Milan-Udinese i rossoneri hanno mostrato carattere e voglia di vincere che Menez ha trasformato in gol, ben due. Il primo su calcio di rigore, il secondo su azione di gioco. Il francese sale a quota sette marcature in campionato e il Milan riassapora il gusto della vittoria.

MATI FERNANDEZ. Allo stadio Sant’Elia di Cagliari è il centrocampista viola a portare in doppio vantaggio la Fiorentina. Al 17′ il numero 14 effettua un tiro-cross sul quale nessuno arriva, nemmeno Cragno. La sfera finisce in rete. Al 55′ Fernandez sfrutta l’appoggio di Mario Gomez e va al tiro da fuori area trovando il gol del 2-0.

ZAPATA. L’attaccante colombiano salva il Napoli al 93′. Nei minuti finali di recupero, quando Sampdoria-Napoli verteva ancora sull’1-0 e i blucerchiati assaporavano già il gusto della vittoria, Zapata ha sfruttato un cross di Ghoulam e di testa ha trovato il gol del definitivo 1-1 che ha distrutto i sogni di gloria dei liguri e fatto tirare un respiro di sollievo ai partenopei.

MATRI. Allo Stadio Manuzzi si erge a protagonista: porta in vantaggio il Genoa dopo appena 5 minuti di gioco e serve di tacco Antonelli in occasione del gol del 2-0. Unica pecca il rigore sbagliato al 31′.

ALL. GASPERINI. Il Genoa sta facendo grandi cose in questo campionato e la vittoria contro il Cesena alla tredicesima giornata ne è una conferma. Tre punti fondamentali che portano il Grifone al terzo posto in classifica a 23 punti, in compagnia del Napoli. Continuando così dove arriverà Gasperini con il suo Genoa.

Serie A 2014-15 top 11 13a giornata

SERIE A: RISULTATI 13a GIORNATA