Serie A 2015-16, Tavecchio: “Ultima stagione senza regole amministrative chiare”

VOTA QUESTA NOTIZIA

Alla vigilia dell’inizio della Serie A 2015-16 il presidente della Figc Carlo Tavecchio è intervenuto nel corso della cerimonia inaugurale della nuova stagione calcistica tenutasi a Coverciano e ha tenuto a sottolineare che, a partire dal prossimo anno, ci saranno nuove regole amministrative che dovranno essere rispettate da tutte le società intenzionate ad agire sul calciomercato: “Questa stagione è l’ultima senza regole amministrative chiare, il prossimo anno vedremo chi lo sarà e chi no. Chi non lo sarà dovrà evitare acquisti e altri investimenti”.

Tavecchio invoca quindi l’aiuto del Governo italiano: “Occorre inserire chiavi d’accesso sicure, pure il Governo dovrà aiutare il nostro sistema sportivo e calcistico a essere in concorrenza con quello degli altri Paesi. Il sistema fiscale è sperequato e non va bene, – prosegue il presidente della Figc – servono delle garanzie interne ed esterne”.

Nel corso della cerimonia d’apertura del campionato di Serie A 2015-16, Tavecchio manda un messaggio agli arbitri: “Avete un compito importantissimo. Non siete la Madonna di Lourdes, ma i vostri giudizi ricadono sull’intero sistema. Metteteci nella condizione di fare un campionato in discesa: siamo nelle vostre mani per quel che riguarda il rispetto delle regole e dell’ordine”. Quindi dice la sua sul rinvio a giudizio di Antonio Conte, Ct della Nazionale Italiana: “Il nostro è un Paese di garanzia. Il rinvio a giudizio non è una condanna. Conte è uno dei tecnici migliori che io abbia mai conosciuto, sono pronto anche a rinnovargli il contratto”.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2015-16

Leggi anche: