Serie A 2015-2016: la Top 11 della 27a Giornata

VOTA QUESTA NOTIZIA

Terminata lunedì 29 febbraio con i posticipi dell’Olimpico e del Franchi la 27a giornata del campionato di Serie A 2015-2016, CalcioNow.it vi offre la relativa top 11 nella quale trovano posto Tatarusanu; Antonelli, Acerbi e Bonucci in difesa; Kucka, Fernando, B. Valero e Pjanic compongono il quartetto di centrocampo e in attacco il tridente composto da El Shaarawy, Di Natale e Defrel.

TATARUSANU. L’avranno maledetto i tifosi del Napoli perché tra i principali impedimenti alla vittoria del match del Franchi c’è proprio il portiere della Fiorentina. Con la sua doppia parata a Callejon e Higuain ha subito messo in chiaro che trovare una seconda volta la rete sarebbe stata impresa ardua e lo ha confermato nel finale con l’intervento sulla conclusione di Insigne.

ANTONELLI. Decisivo e rassicurante. Contro il Torino ha disputato una partita perfetta. Corre, lotta e non lascia andare nulla. Doma il Toro con il suo gol e torna a far esultare la Curva Sud al suo ritorno a San Siro dopo la contestazione.

ACERBI. Klose chi? Acerbi lo neutralizza, negando ai biancocelesti la gioia del gol con un salvataggio da Oscar. Insieme al compagno di reparto, nonché capitano dei neroverdi, Cannavaro fa buona guardia e mantiene alto il muro difensivo del Sassuolo. Prestazione (la 100a in Serie A) eccellente.

BONUCCI. “Affossiamo l’Inter”. Detto, fatto e in prima persona. In Juve-Inter Bonucci si conferma asso in difesa, ma non delude nemmeno in attacco. È il difensore a portare in vantaggio la Vecchia Signora, complice anche l’errore di D’Ambrosio.

KUCKA. La forza del centrocampo del Milan. L’ex Genoa è il migliore del match di San Siro, non fa mai mancare la sua presenza alla squadra, corre e si sacrifica. Qualcuno lo definisce già l’erede di Gattuso… esagerazione?

FERNANDO. La Sampdoria torna a vincere esaudendo la richiesta dei tifosi e Fernando è uno dei principali artefici della vittoria blucerchiata. Suo il gol con il quale la squadra di Montella si porta in vantaggio, gol che va a sommarsi a una prestazione tra le migliori nel match del Marassi.

B. VALERO. Imprescindibile per la Fiorentina. Nel match contro il Napoli si conferma pilastro portante della squadra viola consegnando a Marcos Alonso il pallone per il gol del, seppur brevissimo, vantaggio e disputando una partita non semplice da protagonista, mettendo alle volte in difficoltà gli azzurri.

PJANIC. Una conferma. Pjanic fa ancora una volta impazzire la Roma. Contro l’Empoli non delude, al contrario non  sbaglia nulla, o quasi, e infila in rete il pallone che vale il 2-1.

EL SHAARAWY. Il Faraone è tornato. La Roma sembra essere la squadra perfetta per El Shaarawy che in questo primo mese in giallorosso ha già dato importanti dimostrazioni e soddisfazioni a mister, squadra e tifosi. Nella 27a giornata di Serie A segna una doppietta all’Empoli e raggiunge quota 4 gol. Nelle ultime due stagioni e mezzo aveva segnato solamente tre gol in campionato. È già una piccola soddisfazione.

DI NATALE. Le sue giocate regalano all’Udinese il successo e spediscono all’inferno il Verona. Proprio da queste nascono infatti i due gol dei bianconeri Badu e Thereau. Gioca poco più di 70 minuti e, ancora una volta, conquista tutti. Applausi al Friuli per Di Natale.

DEFREL. È l’uomo dell’Olimpico. Rigore, gol e vittoria che permette al Sassuolo di mettersi alle spalle una concorrente come la Lazio e guardare con maggiore tranquillità alle partite che verranno. È Defrel a procurarsi il penalty trasformato da Berardi, è ancora lui a segnare il gol del definitivo 2-0.

ALL. DI FRANCESCO. Il suo Sassuolo è una delle squadre rivelazione di questa stagione. Ginti alla 27a giornata di Serie A i neroverdi sconfiggono all’Olimpico la Lazio, si portano al sesto posto e fanno sognare i propri tifosi. Tutto grazie a mister Di Francesco che ha saputo guidare bene la propria squadra in tutte le uscite fatte finora.

Top 11 Serie A 2015-16 27 Giornata

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2015-16