Serie A 2015-2016: la Top 11 della Quarta Giornata

Trascorso il terzo week-end del mese di settembre, si è conclusa pure la quarta giornata del campionato di Serie A 2015-2016 e CalcioNow.it vi sottopone la propria top 11 che, questa volta, premia il Napoli. Lo show azzurro del San Paolo non può passare inosservato e dunque non può che essere mister Sarri il nostro allenatore top. Modulo di formazione è un 4-2-4 che vede in porta Padelli; in difesa Medel, Chiellini, Oikonomou e Moretti; centrocampo a due con Allan e Pogba e in attacco Salah, Bacca, Higuain e Quagliarella.

PADELLI. Nella quarta giornata di campionato non c’è stato molto da fare per i portieri che, fatta eccezione per alcuni che hanno dovuto chinare la testa di fronte alla furia dei bomber avversari, hanno svolto per lo più parate di regolare amministrazione. Tra questi premiamo Padelli che in Torino-Sampdoria ha neutralizzato l’attacco blucerchiato e permesso ai granata di portare a casa la terza vittoria su quattro giornate di campionato.

MEDEL. Decisivo e fondamentale il suo intervento sull’assist di Paloschi. Il difensore dell’Inter anticipa Meggiorini, pronto al tap-in, e salva il risultato e la vittoria nerazzurra.

CHIELLINI. Iniziano a girare gli ingranaggi bianconeri e in difesa si rivede il pilastro Chiellini che non si accontenta di arginare l’offensiva del Genoa, ma supporta anche la Juventus in attacco e si procura il rigore che vale il definitivo 2-0 bianconero.

OIKONOMOU. In Bologna-Frosinone è il migliore in campo. Eccellente in difesa, pericoloso in attacco sulle palle inattive con il suo stacco di testa, regala a Mounier l’assist per il gol dell’1-0 e della vittoria. Qualcuno lo ha paragonato a Baresi azzardando un po’…

MORETTI. Prestazione attenta e tempismo perfetto. Al 47′ si fa fare fallo fermando così l’azione che avrebbe portato al gol della Sampdoria, quello che avrebbe riaperto il match.

ALLAN. La formazione del Napoli sarebbe da premiare per intero, ma bisogna accontentarsi, nella top 11 della quarta giornata, di scegliere qualche rappresentante. Tra questi vi è senza dubbio Allan che nel centrocampo del 4-3-3 azzurro ha trovato il suo habitat naturale. Un modulo che gli permette di andare in gol, è sua la seconda marcatura dei partenopei in Napoli-Lazio, e di sfornare assist come quello servito a Gabbiadini in occasione del gol del “pokerissimo”.

POGBA. Il marcatore della prima vittoria della Juventus nel campionato di Serie A 2015-2016 non poteva mancare nella top 11. Il suo gol è dal dischetto, ma permette alla Juve di tirare un sospiro di sollievo e allevia, anche se poco, i sensi di colpa di Lamanna che, con uno sciagurato autogol, ha regalato il vantaggio ai bianconeri.

SALAH. Straordinario come il suo gol al volo da fuori area al minuto 49. Un gol da incorniciare, peccato che vale solo il punto del pareggio e non la vittoria. All’Olimpico Roma-Sassuolo finisce 2-2.

BACCA. Prezioso e decisivo. In Milan-Palermo confeziona una doppietta tanto bella quanto importante. Meraviglioso il suo secondo gol, di testa, che consegnerà ai rossoneri la vittoria.

HIGUAIN. Super. Al San Paolo è uno degli artefici del big show azzurro. Segna una doppietta e da una sua conclusione, poi respinta da Marchetti, nasce il gol del 3-0 firmato Lorenzo Insigne.

QUAGLIARELLA. È la giornata delle doppiette. Oltre a Bacca e Higuain, anche Quagliarella ne fa 2 e permette al suo Torino di portare a casa l’intero bottino nel match contro la Sampdoria.

ALL. SARRI. “A Sarri serve tempo” è la frase che si continuava a ripetere nell’ambiente azzurro fino a qualche giorno fa e giunto il doppio appuntamento con Europa League e campionato il suo Napoli non ha steccato, anzi. Dieci gol in due partite e due prestazioni che convincono e non lasciano dubbi: i partenopei sono sulla giusta strada. Complimenti a Higuain e compagni, ma soprattutto complimenti a Sarri, direttore di un’orchestra davvero da top.

Top 11 4a giornata Serie A 2015-16

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2015-16