Serie A Debiti Squadre, Gazzetta dello Sport: “Sistema in crisi”

VOTA QUESTA NOTIZIA

La Serie A è in piena crisi economica. I debiti delle varie squadre crescono a dismisura e a risentirne è l’intero sistema. Nella sua edizione odierna La Gazzetta dello Sport fa una disamina di quanto accaduto nelle ultime stagioni evidenziando un deficit lievitato, da un anno all’altro, di ben 100 milioni di euro. Bilancio in rosso, le cui cause sono diverse, che mette a rischio il futuro.

Nella stagione 2013-14 la Serie A chiudeva con un debito di 220 milioni, nel 2014-2015 si è raggiunta la cifra di 365 milioni, oltre un centinaio in più per un totale di 12 squadre su 19 con il bilancio in rosso. Cifra considerevole se si considera che in questi dati manca il Parma, squadra fallita proprio a causa dei debiti e che dunque era stata esentata dalla pubblicazione dei documenti contabili. Dato questo che non conforta assolutamente e spinge il sistema verso una crisi che appare sempre più profonda.

Le cause, dicevamo, sono diverse. Tra queste c’è l’aumento dei costi e la diminuzione delle plusvalenze, in entrambi i casi si tratta di circa cento milioni di euro, ad essi si somma anche la cessione delle comproprietà che ha generato ulteriori effetti negativi. Inoltre squadre come l’Udinese hanno dovuto mettere mano al portafogli e chiedere un mutuo al Credito Sportivo e Mediocredito per ristrutturare lo stadio e ciò ha pesato ulteriormente sul proprio bilancio.

Con Inter e Roma in pegno agli istituti di credito; il Milan che, lontano da Champions ed Europa, ha dovuto ricorrere a Fininvest, Bologna e Sassuolo che si affidano rispettivamente a Saputo e Squinzi e Genoa e Sampdoria anch’esse sotto osservazione, la situazione non è delle migliori e a preoccupare la Federazione si aggiunge anche il fair play nazionale che entrerà presto in vigore (nel 2018-19) e ciò implica un pareggio di bilancio attualmente impossibile da ottenere.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A