Spalletti allenatore del Milan? Il tecnico si candida per i rossoneri

In un momento storico difficile che prevede un ricambio a tutti i livelli il Milan sembra aver perso l’appeal degli anni passati costellati da successi e trionfi in tutto il mondo:  i migliori giocatori ed allenatori del pianeta  sognavano e ambivano di entrare nell’orbita rossonera.

Da alcuni anni non è più così ma ancora oggi qualcuno vede nei rossoneri delle potenzialità inespresse: stiamo parlando di Luciano Spalletti, tecnico dello Zenit San Pietroburgo con contratto in scadenza nel 2015. Il tecnico toscano in queste ore ha rilasciato dichiarazioni importanti riguardo il suo futuro: “Ho ancora un anno di contratto con lo Zenit ma nel calcio non si sa mai. Sarebbe bello arrivare al Milan in questo momento, perché tutti sanno che qualcosa va cambiato. E’ finito un ciclo e ne va aperto un altro”.

Durante l’intervista Spalletti si è lasciato andare anche a dei giudizi su alcuni componenti della rosa rossonera: in primis ha definito Honda come un calciatore che “ha grandissime qualità e sa come nascondere la palla agli avversari”, mentre su Balotelli ha avuto parole di riguardo affermando che “a lui avrei tante cose da dire, ha qualità, è forte, ma ogni tanto ha bisogno dei giusti consigli”.

Queste parole risultano in fin dei conti un’autocandidatura in piena regola che non potrà lasciare inerte la dirigenza rossonera, ancora alla ricerca di un allenatore per il dopo-Allegri: il nome più gettonato è sicuramente quello di Clarence Seedorf, entrato nelle grazie presidenziali, ma l’uomo giusto da cui ripartire per costruire un nuovo ciclo vincente potrebbe essere un uomo esperto come il tecnico toscano.

 Leggi anche-> Per il centrocampo il nome nuovo viene dal Portogallo

Leggi anche-> E’ già Honda-Mania…