Squalifica Platini, ridotta a 4 anni

È stata ridotta a 4 anni la squalifica di Michel Platini.

Una ulteriore riduzione della squalifica di Platini. È stato accolto dal Tribunale Arbitrale dello Sport il ricorso presentato dall’ex presidente della Uefa che ha così ottenuto la riduzione della squalifica da sei a quattro anni.

Platini era finito sotto inchiesta per un pagamento di 2 milioni di franchi svizzeri ricevuti dalla Fifa di Blatter nel 2011 per una consulenza risalente a diversi anni prima e ciò aveva provocato le dimissioni del francese dalla presidenza Uefa. Da ciò era derivata la squalifica, giunta lo scorso dicembre, di otto anni per Platini, ridotta a sei dalla Commissione d’Appello della Fifa.

L’ex presidente Uefa, appresa l’entità della squalifica, aveva presentato ricorso tramite i legali e oggi è giunta la decisione del Tas: ridotta a 4 anni la squalifica di Michel Platini. Non essendoci stata la completa assoluzione, il francese non potrà tornare in Uefa ne rivestire la carica di presidente.

Leggi anche: