Stadio al Portello, Milan chiede risarcimento a Fondazione Fiera in Tribunale

Si è passati dal sogno di possedere uno Stadio (al Portello) di proprietà, all’incubo  “Tribunale“: è ciò che è accaduto al Milan, che – attraverso i suoi avvocati – ha informato che citerà Fondazione Fiera chiedendole il risarcimento danniQuest’ultimo si baserebbe principalmente su due punti: I tempi (lunghissimi) con cui Fiera ha impiegato per la scelta del vincitore del bando per la riqualificazione del Portello, e la mancata autorizzazione a verificare cosa ci fosse nel sottosuolo, in vista degli interventi di bonifica.

È La Gazzetta dello Sport, nell’edizione odierna, ad evidenziare l’accaduto, sottolineando che non si è riusciti a  raggiungere una soluzione amichevole tra le parti, per annullare il bando; La rosea, inoltre, aggiunge che Fondazione Fiera avrebbe preteso un arbitrato di tipo amministrativo, ossia un terzo soggetto che decidesse quale fosse la penale idonea da ricevere dai rossoneri, per aver optato per il “dietrofront” sulla questione stadio

Il club di Via Turati non ha digerito questo comportamento, decidendo di citare la Fondazione gestita da Benito Benedini in Tribunale. Quest’ultimo, dunque, dovrà rispondere dei ritardi sulla scelta del bando e della mancata stima e valutazione del sottosuolo, che andavano svolti prima di distribuire i costi del bonifico.

Leggi anche: