Statistiche Milan 2015-16, Mihajlovic peggio di Inzaghi

AC Milan, un anno dopo. È trascorsa anche la sesta giornata del campionato di Serie A 2015-16 e nel corso di queste i rossoneri hanno conquistato 9 punti, con 3 vittorie e altrettante sconfitte. Bottino magro che, volendo fare una prima statistica, non sembra promettere bene: stando ai numeri il Milan di Mihajlovic è peggio di quello di Inzaghi. Eppure la squadra, durante il calciomercato, ha avuto dei rinforzi, soprattutto in attacco.

Miglioramenti in difesa non se ne sono visti. L’acquisto di Romagnoli, gli innesti di Rodrigo Ely e Calabria non paiono aver risolto il problema: il Milan continua a subire sempre gol (9 con Mihajlovic così come con Inzaghi) e Diego Lopez da solo non può bastare. L’attacco invece, con l’acquisto di Bacca e Luiz Adriano ai quali si è sommato il ritorno di Balotelli, doveva essere uno dei più forti di questa Serie A e invece non è nemmeno più forte di quello di un anno fa: il Milan di SuperPippo alla sesta giornata poteva vantare 13 gol, quello del serbo ne vanta 8. Conseguenza ne è che anche i punti in classifica vedono Mihajlovic in svantaggio rispetto a Inzaghi: 9 contro 11.

Questo Milan, tra l’altro, non possiede alcuna giustificazione a ciò: se Inzaghi infatti aveva l’alibi di essere alla sua prima esperienza da allenatore in una squadra di Serie A, dopo le stagioni trascorse tra Allievi e Primavera; Mihajlovic di esperienza ne ha accumulata negli anni tuttavia questi numeri, forse ingiusti ma frutto del campo e conseguenza di una squadra ancora poco formata, non lo dimostrano. Date del tempo a Mihajlovic, la stagione è ancora lunga. I tifosi però di aspettare ancora non hanno tanta voglia, il loro unico desiderio è vedere i risultati e ritrovare la Champions: nella stagione 2015-16 verranno accontentati? Al momento statistiche e numeri dicono “no”, tra 32 giornate si vedrà…

Leggi anche: