Storia Buffon e Ilaria D’Amico: “Fu un colpo di fulmine”

Ilaria D’Amico ha raccontato la sua storia d’amore con Gigi Buffon: “Fu un colpo di fulmine”.

Una delle storie d’amore più discusse degli ultimi anni è quella che vede protagonisti Ilaria D’Amico e Gigi Buffon. La giornalista Sky, il portiere della Juve e della Nazionale Italiana e un amore clandestino finito sotto i riflettori. Con il tempo la coppia di è consolidata e i due hanno avuto un bambino, il piccolo Leopoldo, ma come ha avuto inizio la loro love story? A raccontarlo è Ilaria D’Amico nel corso di un’intervista rilasciata a Vanity Fair.

Una storia che la D’Amico non avrebbe mai potuto immaginare perché: “Pensavo fosse impossibile. Subivo lo stereotipo del calciatore – ammette la giornalista -. Un po’ per preconcetto, un po’ perché a volte i calciatori ci mettono del loro”. E Buffon non sembrava essere esattamente quello che si dice “la metà della mela”: “Gigi per me era una commistione indefinita tra il campione di cui conoscevo le gesta e l’immaturo, se non il fascista che una volta, a Parma, aveva indossato una maglietta con la scritta ‘Boia chi molla’. Con certi eroi nazionalpopolari capita sempre così: – prosegue Ilaria D’Amico nel suo racconto a Vanity Fair – la ca….ta che fai da ragazzo nel tempo assume una dimensione che, soprattutto se sei riservato e non ti racconti, tende a farti rimanere sempre uguale nel corso degli anni”.

Succede, poi, che la vita ti regala delle sorprese inaspettate: “Fu un colpo di fulmine. Prima di quella sera ci eravamo scambiati 3 sms nell’arco di 15 anni”. Tutto nasce così, ma all’epoca Buffon era sposato con Alena Seredova e anche la D’Amico era reduce da una relazione importante, i due hanno dovuto nascondere la loro storia d’amore: “La clandestinità è durata pochissimo, nemmeno tre mesi. Vivevamo entrambi una profonda crisi; ci siamo incontrati in un momento emotivo simile e ci siamo trovati”. Entrambi provenienti da una precedente relazione, entrambi già genitori, la coppia D’Amico-Buffon ha coronato il loro sogno d’amore con un bambino, Leopoldo: “Leo è finto, non piange mai. I nostri figli giocano curiosi attorno all’ultimo arrivato e poi – prosegue – se ne disinteressano e tornano alle loro cose: ‘Puoi portarlo di là che sto guardando la tv?'”

Leggi anche: