Suicidato calciatore tedesco Andreas Biermann

Un’altra vittima nel mondo dello sport è stata colpita dalla mano della depressione. Dopo il suicidio di Robert Enke, il portiere della nazionale tedesca e dell’Hannover che nel 2009 si era gettato sotto un treno, a togliersi la vita è stato Andreas Biermann, ex calciatore tedesco del St. Pauli.

Tutti sapevano che Biermann soffriva di depressione, e lui stesso non ne ha mai fatto un segreto. Ospite nei talk show, il calciatore 33enne aveva spesso parlato del suo male, arrivando addirittura a scriverne un libro, “Rote Karte Depressione“. Finché non giunge l’allarme su Facebook della sorella, che non aveva notizie di Andreas da tre giorni. Il corpo è stato ritrovato due giorni fa nella sua casa a Berlino.

Dopo due tentativi non riusciti di suicidio, nel 2003 e nel 2009, Biermann lascia un grande vuoto in Germania. Militante nelle serie minori, Andreas aveva raggiunto il massimo della sua carriera di calciatore indossando la maglia del St. Pauli nel biennio 2008-2010. A comunicarne la scomparsa è giunto un comunicato stringato rilasciato dal Spandauer Kickers, il club dove attualmente militava.

Leggi anche –> Alfredo Di Stefano è Morto: la Saeta Rubia scompare a 88 anni