Supercoppa Italiana 2014, Marchisio: "E' una Juve da Coppe"

E’ una Juve da Coppe“. Questo in sintesi, il pensiero di Claudio Marchisio, in una intervista rilasciata a Tuttosport sull’imminente sfida di domani contro i partenopei. Il riferimento è alle precedenti sfide contro il Napoli in gare secche, la Coppa Italia a Roma e la Supercoppa 2012: “Due anni dopo ancora contro il Napoli e ancora lontani dall’Italia. Ma rispetto a Pechino, qui è tutta un’altra cosa: clima ideale, campi perfetti, insomma le condizioni ottimali per preparare questa finale”.

Il centrocampista afferma che “brucia ancora la finale persa in Coppa Italia perché eravamo arrivati un po’ scarichi dopo il campionato da imbattuti, quindi questa è la bella: la sfida finale”.  Poi gli viene chiesto se sia più forte il Napoli o la Roma: “Credo che i giallorossi abbiano qualcosa in più per quello che stanno dimostrando in campionato e nelle Coppe, anche se sono usciti dalla Champions, ma da italiano mi auguro che facciano bene in Europa League”.

Come arriva la Juventus alla Supercoppa? Ecco la risposta del numero 8 bianconero: “Bene, la vittoria di Cagliari ci ha caricato, ma in una partita secca non ci sono grandi favoriti, il Napoli ha calciatori come Higuain, Hamsik e Callejon che possono risolvere la partita con una giocata“. Prosegue: “Servirà grande concentrazione e grande voglia per centrare l’obiettivo”.

Gli viene quindi chiesto, se dopo le dimissioni di Conte, si sarebbe aspettato di trovare la Juve in questa posizione: “D’estate non penso mai a dove possiamo arrivare, perchè è sempre difficile, anche quando non si cambia staff. Quest’anno, poi, abbiamo cambiato anche approccio mentale, e questo ha avuto una grande importanza in Europa e non solo perché abbiamo passato il turno, ma per l’atteggiamento dimostrato, che forse prima sbagliavamo per mancanza di esperienza”.

Una battuta sulla sua condizione fisica:Non avere infortuni da quattro mesi aiuta“,  afferma scherzando. Poi precisa: “L’anno scorso ho avuto due ulcere ai piedi, e posso assicurare che non è facile scendere in campo così, ma ora sto bene“. Infine, sulla sua posizione in campo: “Davanti alla difesa tocco più palloni, anche se con il nuovo sistema che abbiamo adottato, anche da mezzala sono molto dentro il gioco”.

TUTTO SULLA SUPERCOPPA ITALIANA

Leggi anche: Supercoppa Italiana 2014, Chiellini: “Il Napoli non va sottovalutato”

Leggi anche: Supercoppa Italiana 2014, Cobolli Gigli: “Vorrei alla Juve Higuain con Tevez”