Ancelotti nuovo allenatore del Napoli, la Firma

Per il tecnico un contratto di 6,5 milioni all'anno, prende il testimone da Sarri

E’ vero che la notte porta buoni consigli ma è anche vero che la notte scorsa ha portato anche ad una vera e propria svolta in casa Napoli con il presidente Aurelio De Laurentis che ha trovato il sostituto in panchina di Maurizio Sarri. Si è, infatti, concluso con una fumata bianca l’incontro tra Carlo Ancelotti e De Laurentis con la firma del contratto che lo legherà per tre anni al club azzurro con un ingaggio intorno ai 6,5 milioni di euro netti a stagione più bonus. Un ritorno in Italia dopo nove anni per Ancelotti che raccoglierà l’eredità lasciata da Maurizio Sarri. Chiarita poi la composizione dello staff che vedrà assieme a Calzona e Mauro Bonomi anche il figlio Davide Ancelotti in qualità di assistente personale e di vice oltre a Mino Fulco, suo genero, il preparatore atletico Mauri e il figlio di quest’ultimo.

L’addio di Sarri

Termina così l’avventura di Maurizio Sarri sulla panchina dei partenopei. Un rapporto che nell’ultimo periodo si era incrinato sia con la dirigenza e sia con i tifosi dopo il sogno sfumato dello scudetto. Il tecnico ha comunque ringraziato il pubblico azzurro dopo la gara vinta domenica, al San Paolo, contro il Crotone: “Devo ringraziare il pubblico di Napoli, un posto nel mio cuore ce l’avranno sempre”. Per Sarri potrebbe ora aprirsi un nuovo capitolo in Inghilterra alla guida del Chelsea, dopo l’addio ormai annunciato di Antonio Conte. Il club londinese sta esaminando al momento diverse piste, il contatto c’è anche se al momento il favorito resta Pochettino, allenatore del Tottenham. Non solo Inghilterra nel futuro del tecnico napoletano che avrebbe ricevuto offerte anche dalla Russia, in particolare dallo Zenit. Prima, però, bisognerà sciogliere il contratto che lo lega ai partenopei fino al 2020.

Prime indiscrezioni sul calciomercato

L’ex Bayern e il patron azzurro avrebbero già parlato di calciomercato. E’ ormai certo l’addio di Marek Hamsik, possibile un suo futuro in Cina. Koulibaly, Insigne, Zielinski e Milik piacciono molto ad Ancelotti e quindi difficilmente partiranno. Possibile, invece, la cessione di Mertens e Jorginho. Cessioni che porterebbero al club azzurro un bel tesoretto da reinvestire in nuovi colpi di mercato. Intanto, secondo quanto rivelato dall’esperto di calciomercato Alfredo Pedullà, Jesus Suso, in forza al Milan, ha detto sì ad un suo trasferimento al Napoli. Il sogno dei partenopei resta Arturo Vidal che potrebbe rimpiazzare Hamsik. Il suo cartellino non è proibitivo ma a frenare la trattativa è l’ingaggio di 8 milioni a stagione percepiti dal calciatore. Identico discorso per Benzema, che Ancelotti conosce bene vista la precedente esperienza nel Real Madrid, il cui cartellino è di 8,7 milioni a stagione. Infine, circola anche il nome di Mario Balotelli che lascerà il Nizza e che gradirebbe un ritorno in Italia con la maglia del Napoli.