Tevez su Facebook: "Mio padre è salvo, grazie a tutti"

Non sarà una giornata facile da dimenticare per Carlitos Tevez. Non lo sarà perchè, forse per la prima volta nella sua vita, l’Apache è stato tradito dal Barrio, dalla sua Argentina, dal pueblo. In un Martedì come tutti gli altri, una banda di rapitori ha portato via il padre adottivo del centravanti della Juventus, rilasciandolo solo dopo diverse ore ed una trattativa non ancora chiara ed accertata.

L’Apache ha potuto tirare un sospiro di sollievo in serata, dopo aver raggiunto la capitale Argentina Buenos Aires, ed ha trovato il tempo di ringraziare i suoi fan su facebook. “Ringrazio tutti per l’appoggio di sempre – scrive Carlitos – Mio padre sta bene, è sano e salvo. Questo è l’importante“.

Parole che sanno di paura, ma anche di una gioia immensa arrivata dopo la fine di un incubo, durato fortunatamente poco più di dodici ore.

Leggi anche –> Il Padre di Tevez viene liberato dai rapitori