Thierry Henry in Nazionale? Deschamps: “Porte aperte”

Il mondo del calcio francese si prepara a riaccogliere in nazionale un colosso a livello internazionale che ha reso grande la nazionale transalpina. Parliamo di Thierry Henry, fuoriclasse francese passato anche dalla Juventus, e che ha fatto la storia di Arsenal e Barcellona, andando poi a chiudere la carriera a New York, nella MLS. Così potrebbe non essere poiché, come confermato da Arsene Wenger, non si esclude affatto un suo ritorno all’Arsenal a partire da gennaio.

Porte aperte però anche in nazionale per Henry, seppur non con continuità ma probabilmente per una partita d’addio. A parlare sono sia il c.t. francese, Deschamps, che il presidente della federazione francese, Le Graet. Proprio Deschamps, che fu compagno di Henry alla Juventus, non esclude una convocazione in nazionale: “Titi merita un tributo, che può assumere forme diverse. Quella con il Brasile è un’amichevole, ma siamo nel 2014, ed il 2015 serve a preparare il percorso verso Euro 2016. Tutti possono avere un parere sulla questione. Non ho alcuna pressione. Ancora una volta, ho grande rispetto per Titi, per tutto quello che ha compiuto. In realtà, io non chiudo la porta, ma io non apro neanche. Parlerò con il mio presidente”.

A parlare è anche il presidente Le Graet, a nome della federazione francese: “Ora siamo anche responsabili per la preparazione della Euro 2016 e ci sono ancora molto poche partite in programma. Abbiamo solo quattro partite per questa stagione e la prossima ne avremo dieci. Didier deve presentare la miglior squadra possibile per preparare l’Euro. Ma faremo qualcosa per Henry”.

Leggi anche: