Thohir a Che Tempo Che Fa: "L'Inter è dei tifosi, non mia" (Video)

Il grande protagonista di questi giorni in cui sta mancando il campionato, vista la sosta per le nazionali, è sicuramente Erick Thohir. Dopo il passaggio dell’Inter nelle sue mani avvenuto ufficialmente venerdì, il tycoon indonesiano ha rilasciato la prima intervista ad una televisione italiana al programma “Che tempo che fa” condotto da Fabio Fazio. Thohir è parso molto a suo agio, sempre sorridente ed esaustivo nel rispondere a tutte le domande poste dal conduttore.

Il neo presidente dell’Inter ha voluto spiegare quali sono i suoi obiettivi e di conseguenza quali sono i passaggi che vorrebbe far compiere alla società di Corso Vittorio Emanuele: per prima cosa c’è la volontà di costruire un sistema ed un modello di business sportivo simile a quello americano; il presidente ha chiarito in particolar modo che l’intenzione è quella di creare un piano di business che sia ottimale, in modo che sia anche remunerativo per la società. Thohir ha anche sottolineato che ha iniziato a tifare l’Inter negli anni Ottanta, poichè lui e i suoi amici vivevano con il mito della Serie A.

ECCO IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Alla domanda sul mercato, il tycoon ha sostenuto, ancora una volta, la volontà di comprare giocatori che siano utili al progetto di Mazzarri, provando ad accontentare le sue richieste; inoltre, ha dichiarato che con lo stesso Mazzarri si può pensare alla programmazione in un arco temporale di 3 anni. Fazio ha successivamente chiesto che tipo di rapporto esistesse con Moratti e Thohir ha risposto dicendo che, nei colloqui con l’ormai ex presidente della società nerazzurra, ha sempre voluto sottolineare la sua intenzione di non sostituirsi a lui ma, bensì, di creare uno spirito di squadra. Poi il magnate indonesiano si è mostrato davvero molto simpatico dicendo che l’Inter non è sua ma dei tifosi e facendo una battuta anche sul presidente del Milan Berlusconi. Infatti, alla domanda del conduttore riguardo l’altra squadra di Milano e le somiglianze da un punto di vista industriale tra il tycoon e l’ex premier, ha risposto così: “Io non voglio presentarmi candidato in Indonesia, meglio che lo sappia (ride, ndr). Le mie attività però vengono dalla passione, opero nello sport proprio per passione”.

Continuando nell’intervista, Thohir ha anche spiegato il perchè abbia citato Fresi e Ventola e non Figo o Ronaldo come suoi calciatori preferiti, per poi “lasciare a Dio” la volontà di quando vincere il primo scudetto. Thohir ha poi chiuso il suo intervento lasciando a Fazio un pallone nerazzurro autografato. Il neo presidente ha destato davvero un’ottima impressione: ha palesato tutte le sue doti di buon manager, riuscendo ad accattivarsi ancora una volta le simpatie della tifoseria nerazzurra. Il futuro è oggi, sperando che questa Inter possa davvero essere ancora uno dei 10 top team che rimarranno nella storia del calcio per sempre.

Leggi anche–> Thohir: “Puntiamo alla Champions del 2016”

Leggi anche–> Thohir canta cori anti-rossoneri insieme ai tifosi interisti

Leggi anche–> Thohir: “Messi? Ne parlo coi dirigenti…”