Tifosi italiani insultano i Gay: il Bayern chiede i danni

Una cifra che ammonta a ben 100mila euro, quella richiesta per conto del centrocampista dell’Arsenal Mesut Özil come risarcimento per il cartellone omofobo ad opera  di quattro ultras del Bayern Monaco

Gay Gunners“: questa è la scritta che campeggiava sullo striscione incriminato che i quattro supporters sudtirolesi hanno esposto durante gli ottavi di finale di Champions contro l’Arsenal. Il Bayern, adesso, chiede il risarcimento dei danni arrecati  quel 9 Aprile scorso, dopo la multa di 10mila euro stabilita dall’ Uefa in aggiunta alla chiusura di una curva nella seguente partita a Monaco.

Insomma, stavolta i tifosi hanno esagerato. E non è la prima volta: l’Uefa aveva già dovuto contestare uno striscione  a favore del Kosovo durante l’amichevole internazionale contro Haiti“Diciamo no al razzismo e sì al Kosovo”. E  proprio in seguito a tali eventi, l’amministratore delegato del Bayern, Kark-Heinz Rummenigge, aveva insistito sulla volontà di  individuare i responsabili ai quali chiedere il risarcimento.

Leggi anche –> Discriminazione territoriale, ecco gli Ultras dell’Amore (Video)