VOTA QUESTA NOTIZIA

Domani 17 luglio andrà di scena la tredicesima tappa del Tour de France 2015. Si parte da Muret fino ad arrivare a Rodez. Le dure salite dei Pirenei sono alle spalle, adesso arriveranno le Alpi, ma prima ecco alcune tappe intermedie più tranquille, ma comunque da non sottovalutare se non si vogliono perdere secondo preziosi. Domani gli atleti affronteranno ben 198 chilometri, una corsa immensa.

Inizialmente ecco che avremo un percorso semplice, ma nell’ultimo terzo di gara sarà più duro da affrontare grazie alla presenza di tre Gran Premi della Montagna. Dopo il via da Muret, ci saranno i passaggi da Fourquevaux, Caraman e Lavaur, dopodiché si transiterà da Graulhet prima del traguardo volante posto a Laboutarie. Da questo punto in poi la strada inizierà a salire verso Villefranche-d’Albigeois, poi seguirà una discesa prima di affrontare il primo GPM di giornata, la Côte de Saint-Cirgue, una salita di 3,8 chilometri con pendenze medie del 5,8%. Si proseguirà verso Valence-d’Albigeois e poi avremo un tratto di continui saliscendi prima del GPM della Côte de la Pomparie.

Da qui mancheranno 30 chilometri al traguardo di Rodez, con la strada che non sarà certo spianata. Avremo ancora salite e discese, con passaggio da La Primaube. Gli ultimi 5 chilometri vedranno un tratto in discesa prima di entrare nella località d’arrivo, poi un tratto pianeggiante, prima degli ultimi 570 metri della Côte Saint-Pierre che presenta pendenze al 9,6%.

LEGGI ANCHE:

Tour de France 2015 (Dodicesima tappa), Risultati e Classifiche: Rodriguez vincitore