Domani 15 luglio l’undicesima tappa del Tour de France si corre da Pau per arrivare a Cauterets – Vallée de Saint-Savin. Il percorso che caratterizza la Pau-Cauterets sarà lungo esattamente 188 Km e si percorrerà nuovamente un sentiero di montagna.

Continuano le tappe sui Pirenei, e nello specifico sarà caratterizzata dal Col d’Aspin con un’ascesa di 12 chilometri ed una pendenza media del 6,5% e dal Col du Tourmalet, ascesa di 17,1 chilometri al 7,3%.La città ha già ospitato l’evento in altre 66 edizioni precedenti mentre Cauterets – Vallée de Saint-Savin si prepara alla sua quarta volta come città di arrivo.

La tappa numero undici del Tour de France 2015 sarà particolarmente impegnativa. I corridori partiranno da Pau e inizieranno lentamente a salire in quota. Passeranno da Coarraze e Lourdes. La prima difficoltà dopo i primi 50 chilometri di gara con la Côte de Loucrup, 2 chilometri con pendenze medie del 7%. Subito dopo una breve discesa e poi il passaggio al traguardo volante di Pouzac. La strada riprenderà a salire verso la Côte de Bagnères-de-Bigorre, un GPM di 1,4 chilometri con pendenze medie del 6,1%. Giunti circa a metà gara si transiterà da La Barthe-de-Neste e Arreau.

Gli atleti, giunti in località Artigues, inizieranno a sudare sul serio, con diversi tratti, come quello di La Mongie, le cui pendenze sono al 10%. I corridori potranno rifiatare solo nelle ultime centinaia di metri di questa salita che misura 17,1 chilometri e che propone pendenze medie del 7,3%. Una volta arrivati sulla vetta ci sarà un’altra lunga e difficile discesa versoPierrefitte-Nestalas, dove inizierà l’ultima salita, quella della Côte de Cauterets prima di arrivare sul traguardo diCauterets.