Il vincitore della tredicesima tappa del Tour de France è Van Avermaet. Anche oggi una gara difficile per i professionisti in gara, ma l’ostacolo maggiore è stato il caldo, vero nemico di oggi. Una lunga tappa, lunga quasi 200 km, che ha regalato nuovi colpi di scena. Pronti via e subito fuga, una fuga che permette ad un gruppo di atleti di guadagnare oltre 4 minuti. Ormai, come da diverse tappe, Chris Froome è l’uomo da battere, maglia gialla indiscussa e leader senza avversari, per ora.

Dal chilometro numero 100 in poi sono cominciate le salite, di certo non ripide ma fastidiose che hanno permesso ad alcuni di tentare qualche fuga. Anche oggi il nostro Vincenzo Nibali va a caccia di minuti da recuperare, ma il suo stato d’animo non è dei migliori. A breve potrebbe divorziare dal team Astana, i cui rapporti con il ciclista professionista sono ai minimi termini. Il distacco del gruppetto di testa, composto da sei persone, rimane costante fino agli ultimo 20 km. La gara, come si preannunciava, si è conclusa con una volata poderosa. Alla fine è Van Avermaet a vincere.