Trenta Euro per la Foto con Olimpia: Lotito impone il dazio ai tifosi della Lazio

Ebbene si. I tempi sono cambiati. E’ ormai finita l’epoca in cui il ritiro significava ripetute, gradoni e ripide salite in montagna. Se non fosse per Zdenek Zeman, che a fasi alterne ci riporta indietro di qualche anno, ci toccherebbe assistere a ritiri sempre più lontani dal calcio (vero) e sempre più immersi nell’idea del business a tutti i costi.

Certo le società di calcio devono fare i conti con i contratti milionari dei giocatori e con le pseudo-manie dei tifosi, devono contrastare la spasmodica voglia del “tutto e subito” e della vittoria ad ogni costo. Per farlo devono, ovviamente, monetizzare. Ed ecco che dal cilindro amabili giocolieri del marketing e della finanza tirano fuori dei super-ritiri a misura di tifoso, più che di calciatore. Autografi, foto, conferenze stampa. Tutto finalizzato alla fidelizzazione e, soprattutto, alla monetizzazione della fidelizzazione.

Olimpia Lazio

Forse, però, c’è chi è riuscito a spingersi davvero troppo in là. Dopo la pessima notizia per i tifosi della Salernitana che saranno costretti a pagare un ticket anche per partite amichevoli, tra l’altro non di cartello, come quelle contro Pianese e Torrita, Claudio Lotito è riuscito a pensarne addirittura un’altra che forse oscilla tra la burla e la farsa. I tifosi della Lazio presenti ad Auronzo di Cadore, al ritiro biancoceleste, potranno farsi immortalare con Olimpia, la reticente mascotte laziale. Ma non gratis. Pare infatti che il patron abbia imposto “dazio” anche lì. 30 € per ogni foto. Come al circo. E sembra di rivivere la famosa scena di “Non ci resta che piangere” con Benigni e l’indimenticabile Massimo Troisi. Sembra di vederlo Lotito, alla dogana. “Chi siete, dove andate?” Un Fiorino!” Non ci resta che piangere.

Leggi anche –> Amichevoli Estive della Salernitana a pagamento: tifosi furiosi con Lotito