Trofeo Tim 2013: Constant lascia il campo per cori razzisti – Video

Un’amichevole estiva che di amichevole ha avuto ben poco. Oltre al rosso di Cristante (doppio giallo), la partita tra Milan e Sassuolo è stata caratterizzata da uno spiacevole episodio. Una parte di tifosi ha infatti preso di mira il terzino rossonero Constant, riempiendolo di cori razzisti e insulti di vario genere, barbarie evitabili, in un calcio che però non si dimostra in grado di guarire facilmente.

Kevin Constant

Al trentunesimo minuto KC21 ha reagito alle offese calciando il pallone verso gli spalti, e stizzito ha lasciato il campo. Dopo qualche minuto passato a domandare all‘arbitro perchè avesse espulso il calciatore del Milan, lo staff rossonero ha compreso il motivo dell’abbandono del campo dell’ex Chievo e Genoa.

Episodio analogo a quello successo a Busto Arsizio, il 3 gennaio 2013, durante il quale Boateng aveva abbandonato il campo, sempre per motivi di razzismo. A prendere di mira il numero 10 rossonero furono i tifosi della Pro Patria, poi condannati in Tribunale. In quel caso tutta la squadra lasciò il campo, dando un forte segnale di lotta al razzismo. I rossoneri avrebbero dovuto lasciare il campo anche ieri sera? Probabilmente si, il punto focale di una lotta ad episodi spiacevoli è la coerenza.

Leggi anche -> Boateng intervista in modo “particolare” Constant

Leggi anche -> Chi è Honda? Analisi tecnica del giocatore

Leggi anche ->La conferenza pre-Trofeo Tim di Max Allegri