Valencia-Milan 2-1, Inzaghi: "Siamo stati all'altezza degli spagnoli"

Il Milan perde il Trofeo Naranja nell’amichevole contro il Valencia, ma il tecnico dei rossoneri Pippo Inzaghi, intervenuto al termine della partita, si è detto soddisfatto della prestazione e amareggiato per il risultato, condizionato dagli errori. L’allenatore ha visto, però, importanti margini di miglioramento ed è convinto che per l’inizio del campionato il Milan si farà trovare pronto e che, da questo punto di vista, i suoi ragazzi sono già sulla buona strada. “Abbiamo disputato una buona partita e comandato il match, anche se in alcuni momenti abbiamo sofferto. Sappiamo che dobbiamo migliorare, questa sera abbiamo preso due gol evitabili”. Sono queste le impressioni di Pippo Inzaghi che poi esamina la partita:Siamo stati all’altezza del Valencia e quando giochi contro queste squadre è difficile, dopo un mese di allenamento, essere alla loro altezza. Abbiamo avuto occasioni limpide e non ricordo importanti parate di Diego Lopez, dobbiamo concretizzare di più”.

I due gol i rossoneri li hanno subiti a seguito di alcuni errori difensivi e, se in Valencia-Milan Pippo Inzaghi guarda alla prestazione, in Serie A certi errori non devono essere commessi: “Accetto gli errori ma bisogna capire che in certi momenti alcuni palloni sono vitali”, e sul gol di Honda, l’unico rossonero, aggiunge: “La punizione era uno schema, ma lui ha tirato molto bene”. 

Infine uno sguardo al campionato ormai vicino. Quelle sono le partite che contano e che il Milan non può perdere: “Dobbiamo comandare il gioco, non possiamo non farlo, soprattutto in Italia dove ci sono squadre inferiori a noi”, a tal proposito Inzaghi punterà molto su Menez: “Lui può giocare in tutte le posizioni d’attacco. L’ho fatto giocare da falso nove perché ne possiede le caratteristiche. Contro la Juventus giocherà, contro la Lazio devo valutare”.

Leggi anche: