Verona-Juventus, Allegri: "Noi un top club"

Il tecnico toscano parla alla viglia del match contro i veneti.

Massimiliano Allegri, fresco di rinnovo, ha spiegato come la sua squadra andrà in campo contro il Verona. La tensione deve essere alta in vista della finale di Coppa Italia. Inoltre, l’ex Milan ha argomentato anche sul mercato.

Allegri dice: “Io e la società abbiamo trovato l’accordo per continuare a lavorare insieme. Ora testa alla Coppa Italia che bisogna vincere. La Juventus ha sempre allestito squadre competitive e infatti non avremo bisogno di 10 giocatori per l’anno prossimo ma solamente di 2-3 grandi campioni. In qualsiasi caso la rosa sarà di 23 giocatori, non di più. Pogba e Morata non capisco perchè debbano andarsene, sono già in un grande club”

Il tecnico, poi, dà la formazione: Chiellini ha un po’ di fastidio ma è convocato. Buffon rimarrà a casa, giocano Neto, Rugani, Bonucci, Barzagli, Lemina, Asamoah Alex Sandro, Zaza e Dybala. I dubbi sono fra Cudrado o Padoin e Sturaro o Pereyra. Vedremo.”

L’ex Milan continua e parla dei successi: “Quello che rimane è la società. La Juventus ha vinto con Lippi, con Capello, con Conte e con Allegri. I nomi cambiano ma l’importante è che vinca il club. Spero di restare qua a lungo perchè il progetto è importante e c’è soddisfazione per quello che si sta facendo.” – continua – “L’anno prossimo cercheremo di vincere il sesto Scudetto consecutivo che non l’ha mai vinto nessuno ed entreremmo nella leggenda. Proveremo ad arrivare fino in fondo alla finale di Champions League ma questo non significa che la vinceremo sicuramente perchè ci sono tanti fattori dominanti in una competizione come quella”

Infine, i complimenti a Toni: “Solo applausi per giocatori come lui e Di Natale ma spero che il primo non segni perchè non vogliamo subire goal. I miei complimenti vanno anche al Cagliari promosso in A. In bocca al lupo anche a Livorno e Pescara, possano raggiungere i propri obbiettivi”