Voti Juventus-Real Madrid 0-3: le pagelle dell’Allianz Stadium

Juventus-Real Madrid finisce male per i padroni di casa. Inizio shock con Ronaldo che subito porta avanti i suoi. Poi per circa 60 minuti la Juventus fa la partita, giocando bene sfiorando anche il gol. Poi la frittata di Chiellini e Buffon e la magia di Cr7 che si prende gli applausi anche dei bianconeri. Marcelo chiude i battenti e ora serve un miracolo a Madrid per Allegri. Questi i nostri voti. 

JUVENTUS

Buffon 5,5 – Protagonista in negativo di una giocata che resterà nella storia. Sul gol di Marcelo esce in ritardo e viene scavalcato agilmente dal brasiliano.

De Sciglio 6 – Buona prova del terzino che ha acquisito sicurezza in maglia bianconera. Ha fiducia anche quando deve spingere.

Barzagli 5 – Dopo 2 minuti e mezzo si perde Ronaldo che sblocca la gara. La JUventus non si disunisce ma a fine partita quell’errore pesa tanto.

Chiellini 4,5 – 1 a 0 subito, ma i bianconeri fanno la partita, poi intorno al 60esimo l’errore che apre alla disfatta. Da lì la partita si chiude con la complicità del fenomeno numero 7 Real.

Asamoah 5,5 Non nega diverse discese in appoggio della fase offensiva. Non riesce èerò nel dribbling e nell’essere preciso al cross – Dal 69esimo Mandzukic 5 – Lontano dalla condizione migliore, entra a gara praticamente chiusa.

Douglas Costa 4,5 – Negli ultimi mesi è stato sempre tra i più brillanti della Juve. Oggi sbaglia praticamente tutto. Non incide neanche col dribbling, qualità in cui eccelle. Dal 69esimo Matuidi 5,5 – Mezz’ala in un atipico 4-3-2 ha difficoltà ad entrare in partita.

Bentancour 5,5 – Inizia bene, con personalità e la squadra gioca bene anche con le sue geometrie. Giallo evitabile dopo 26 minuti e un calo evidente col passare del tempo.

Khedira 6,5 – Il migliore della squadra bianconera, per distacco. Dall’inizio molto pericoloso quando si è spinto in avanti, ha corso come non si vede ormai spesso. La squadra fino al 2 a 0 ha fatto la partita anche grazie a lui. Dal 75esimo Cuadrado 5 – Entra giusto in tempo per sbagliare un controllo su una verticale che poteva mandarlo sul fondo, e a tempo scaduto spedire fuori un facile appoggio a porta semi vuota.

Alex Sandro 5 – Fuori posizione, insiste Allegri a schierarlo lì, ma forse può “bastare” in campionato. In Champions serve altro e si vede. Un fantasma.

Dybala 4,5 – Lascia i suoi in 10 per chiudere male una serata in cui non si vede quasi mai. Il talento c’è ma troppo spesso in queste serate è nascosto.

Higuain 5,5 – L’ultimo a mollare. Al 91esimo impegna Navas con un diagonale dal limite, lotta da solo anche quando Dybala lascia anticipatamente. Qualche imprecisione di troppo nel primo tempo.

All. Allegri 5 – Conferma Alex Sandro fuori ruolo e la scelta non paga. In Champions serve più spavalderia forse, in casa soprattutto. La squadra fa la partita ma manca quel centesimo per fare la lira che sarebbe un esterno puro.

REAL MADRID

Navas 7 – Miracoloso su Higuain nel primo tempo da distanza ravvicinata, nel finale bene in tuffo sul diagonale sempre del pipita.

Carvajal 6,5 – Segue l’azione del 2 a 0 e regala l’assist di uno dei gol più belli mai visti in Champions. Spina costante in attacco.

Varane 6,5 – Nulla di trascendentale ma la Juve attacca tanto per 60 minuti e lui è sempre attento.

Sergio Ramos 6,5 – Rabbia per l’ammonizione che gli farà saltare il ritorno. Unico errore di un’ottima gara.

Marcelo 7,5 – Il gol che chiude la gara è un suo classico. Dribbling verso il centro, uno due con Ronaldo e con un tocco sotto supera Buffon. Terzini così se ne sono visti pochi.

Kroos 6,5 – Sfiora il 2 a 0 con una botta che spacca la traversa. In mezzo è il solito mix di eleganza e precisione.

Casemiro 6 – La Juve che gioca bene per larghi tratti gli costa doppio lavoro. Fa il suo senza rischiare troppo.

Modric 6,5 – Ad inizio ripresa sbaglia un controllo e fa impressione. Il miglior centrocampista al mondo si conferma tale. La Juventus fa la partita, lui non nega la fase di interdizione ma quando deve orchestrare lo fa perfettamente. Dall’82esimo Kovacic sv – Una traversa e un giallo in pochi minuti.

Isco 6,5 – Un manuale di classe e tecnica. Ogni suo tocco è di un’eleganza pregiatissima. Senza lasciare un segno indelebile sul match, è importantissimo tra le linee. Dal 75esimo Asensio 5,5 – Non incide molto. Entra a gara chiusa senza lasciare tracce.

C. Ronaldo 8 – Merita un voto in meno per due errori davanti la porta, uno clamoroso. Ma prima scriva un’altra pagina bellissima di una carriera incredibile. Due gol, uno è una rovesciata che resterà negli annali. Ah, sono 14 in 9 partite in Champions.

Benzema 5,5 – Zidane non rinuncia mai a lui e l’assenza di gol non fa cambiare idea all’allenatore. Benzema serve per il lavoro che fa di squadra, per come risulta ottima spalla di Ronaldo. Anche sul gol dell’1 a 0. Chiellini però col passare dei minuti riesce a limitarlo bene spalle alla porta. Dal 58esimo Vasquez 6 – Si mette al servizio di Ronaldo, provando anche ad inserirsi in area in cerca del gol, senza trovare spazi.

All. Zidane 6,5 – Conferma l’undici che sconfisse la Juve a Cardiff e ha ragione. La differenza principale la fa Ronaldo ma ISco in questa condizione non si può lasciare fuori.