Voti Milan-Inter 0-0: le Pagelle dei nerazzurri

La miglior partita di Brozovic ampiamente promosso, male invece Icardi che sbaglia due gol e uno annullato dal Var.

ESCLUSIVA MILAN Foto LaPresse - Spada 04 Aprile 2018 - Milano (Italia) Milan vs Inter - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017 2018 "Stadio S.Siro " Sport Calcio Nella foto: icardi gol annullato var , Gianluigi DonnarummaEXCLUSIVE MILAN Photo LaPresse - Spada Aprile 04 , 2018 Milan (Italy ) Sport Soccer Milan vs Inter- Italian Football Championship League A TIM 2017/2018 - " S.Siro Stadium " In the pic:

Uno 0-0 in Milan-Inter, che suona tanto di beffa, o quanto meno è un risultato che sta leggermente stretto ai nerazzuri. L’Inter del derby non ha demeritato, ma si è rivelata una squadra molto imprecisa in alcuni passaggi e in alcune uscite dalla propria metà campo. Ha rischiato, anche troppo, per quelle che sono le caratteristiche della squadra, ma tutto sommato il pareggio va bene per tenere dietro un indemoniato Diavolo rossonero.

Icardi sbaglia come in poche giornate e non collabora alla manovra che comunque è compassata e a tratti lenta. Unica nota positiva è il palleggio che comunque consente agli interisti di tenere per lunghi tratti il pallino del gioco. Ma è troppo poco per una partita che si poteva, forse doveva, vincere.

Pagelle Inter

Handanovic voto 7. San Samir fa una parata, l’unica di tutta la sua partita, che vale quanto un gol. La spizzata di Bonucci è diretta all’angolino e il portierone sloveno la disinnesca con un tuffo e una manata. Il resto dell’incontro è ordinaria amministrazione dove rischia poco ma è comunque presente. Provvidenziale.

Cancelo voto 6. Calhanoglu lo salta e lui lo atterra. Giallo dopo 20 minuti e premesse che non sembrano preludere a nulla di buono. Invece il portoghese gioca una buona partita, non la migliore, ma sulla destra fa il suo. Ottimo il cross finale per Icardi. Affidabile

Skriniar voto 6,5. Cutrone non passa, Kalinic non passa, non importa chi si trovi davanti, il muro slovacco tiene bene e non soffre mai. Male, anzi malissimo, in fase d’impostazione dove in uno scivolone perde una sanguinosa parla. Per fortuna spende bene la sua ammonizione o sarebbero stati dolori. Solido.

Miranda voto 6,5. Cutrone e Suso, due clienti scomodi per l’esperto centrale brasiliano. Tiene bene, chiude ogni possibile varco o linea di passaggio e anticipa quando può. In fase d’impostazione invece meglio rispetto al suo compagno di reparto. Riesce sempre a trovare lo sbocco giusto senza rischiare troppo. Certezza.

D’Ambrosio voto 6,5. Tenere Suso nell’uno contro uno non è da poco. Lo spagnolo lo aiuta molto con una prestazione indecorosa, ma il terzino napoletano comunque fa il suo. In fase di spinta è meglio rispetto al compagno di reparto, peccato che abbia trovato un Perisic non in giornata. Costante.

Gagliardini voto 6. In mezzo al campo da sostanza e quantità, ma manca la qualità. L’ex atalantino pressa, recupera tanti palloni, ma ne perde anche tanti, forse troppi. Sbaglia al limite dell’area di rigore avversaria cross e scelte di passaggio costringendo la squadra al recupero. Da lui si chiedono inserimenti e giocate semplici che oggi riescono poco. Frangiflutti

Brozovic voto 7,5. Il migliore in campo per i neroazzurri è lui. Corre e pressa Kessie, raddoppia ovunque e smista una quantità industriale di palloni. Sventaglia a destra e a sinistra con una facilità impressionante. Sbaglia qualche tiro di troppo, ma siamo a tre partite di fila giocate con costanza e buona qualità. MVP

Rafinha voto 6,5. L’uomo in più dell’Inter sulla trequarti. Crea sempre qualcosa e dà l’aria di poter essere pericoloso. Sbaglia un controllo in area di rigore avversaria che poteva essere importante, ma alla fine non perde mai un pallone e la qualità non si discute. Peccato non abbia i 90 minuti nelle gambe perché nel finale avrebbe trovato praterie per mostrare la sua classe. Fondamentale. Dal 70 Borja Valero voto 6,5. Trova grandi spazi e li sfrutta con qualità. Triangola bene con Perisic, D’Ambrosio e Cancelo. Dà equilibrio nel momento più difficile e gioca con qualità.

Perisic voto 6. La giornata è no e si vede. Mai superiorità, mai un’accelerazione e Calabria ha vita facile. Sfiora la traversa con un tiro cross più fortunoso che voluto. I restanti cross finiscono nelle mani sicure di Donnarumma. Doveva essere l’arma in più e invece è stato un quasi assente. Troppo poco per un giocatore delle sue qualità.

Candreva voto 6,5. Due assist favolosi per Icardi. Tiene in costante apprensione Rodriguez costretto a chiudere ogni volta. Quando si accentra spesso non viene seguito da nessuno e crea tra le linee costanti pericoli. Peccato per l’ammonizione. Instancabile. Dall’80 Eder SV.

Icardi voto 6. Il suo gol lo fa, peccato che la Var glielo annulli per mezzo scarpino al di là della linea. Poi ci mette del suo per sbagliarne altri due solo e a porta vuota. Solitamente questi gol Maurito non gli sbaglia mai, ma una giornata no può capitare. Peccato che siano capitati proprio nel derby questi errori. Colpo in canna.