Voti Portogallo-Spagna 3-3: le Pagelle del match

Finisce 3-3 il big match della prima giornata del Mondiale, alla doppietta di Costa risponde il fenomeno CR7

Finisce nel miglior modo possibile il derby iberico tra Portogallo e Spagna. I campioni d’Europa in carica arrivano raggiungono la Roja al photofinish per un 3-3 che ha regalato spettacolo, emozione e un grandissimo campione come Cristiano Ronaldo. Nonostante la Spagna sia stata superiore nel gioco e nel palleggio ai Lusitani, è bastato il solo CR7 a riportare in pari gli equilibri.

Le pagelle del Portogallo

Rui Patricio voto 6. Incolpevole sul primo gol di Diego Costa e sul terzo gol di Nacho, ha evidenti responsabilità sul secondo gol dello spagnolo, targato Atletico, che insacca da pochi passi. Qualche uscita avventata, ma controlla bene i pericoli che arrivano nella sua zona.

Soares voto 6. Se Isco non è un cliente facile, immaginatevi Jordi Alba, Iniesta e Isco insieme. Il primo tempo del laterale portoghese è un tormento fatto di sacrificio, ripiegamento e contenimento. In fase di spinta si vede poco.

Pepe voto 5. Per carità Pepe è un campione ma a 35 anni non è così facile contenere le furie rosse che arrivano dalla sua zona. Diego Costa lo fa ammattire e nel gol dell’1-1 lo fa anche ammattire.

Fonte voto 5,5. Errori del centrale in due occasioni: i due gol dell’attaccante spagnolo. Sul primo si lascia saltare dalle finte di Costa, mentre sul gol del 2-2 è assolutamente fuori posizione.

Guerreiro voto 5. In fase di contenimento si salva ma in fase di spinta accompagna poco l’azione. Dalle sue parti c’è Silva e Koke che non elemosinano incursioni costanti. Per sua fortuna tiene bene.

Moutinho voto 6. Don Andres lo salta spesso e volentieri costringendolo al fallo. Sicuramente soffre il maestro spagnolo in fase di contenimento, ma quando c’è da impostare è ordinato e preciso.

Carvalho voto 6,5. Sostanza, muscoli e tecnica. Un centrocampista completo che non permette ad Iniesta le sue consuete magie. In fase di ripartenza accompagna anche se non è spesso preciso.

Silva voto 5. Inesistente il suo apporto offensivo. Meglio quando si allarga sulla fascia e prova a crossare per la testa del solito CR7. Serve qualcosa in più di questo.

Fernandes voto 5. Preferito a Joao Mario, l’ex Samp non appare in serata. Del giocatore ammirato allo Sporting non si è visto nulla. Troppo poco.

Guedes voto 6,5. Si batte e combatte; serve l’assist a Ronaldo per 2-1 portoghese e tiene su la squadra. Ha merito comunque di non sfigurare e di essere una spalla gradita al fenomeno lusitano.

Ronaldo voto 8. Il Portogallo sostanzialmente è lui. Anima, piedi, gol. Segna una tripletta che inchioda la Spagna sul pari e tieni gli equilibri nel girone B. Adesso si godrà la risposta dell’eterno rivale Leo Messi.

Pagelle della Spagna

De Gea voto 5. Perez ci avrà pensato, ma vedendo la papera di stasera avrà preferito virare su Allison, forse. Il portierone spagnolo si fa beffare da Ronaldo ma su due gol dei tre presi è incolpevole.

Nacho voto 6. Primo tempo da 4. Causa il rigore, seppur sospetto e dubbio, su Ronaldo ad inizio match. Timido e impacciato sembrava essere in serata no. Secondo tempo da 8 poiché esce fuori il mondial-gol di giornata con la sua volé di mezzo esterno.

Pique voto 6. Ronaldo è un fenomeno e il centrale spagnolo lo sa. Prova ad arginarlo come può, mettendo in campo tutta la sua classe.

Ramos voto 6. Il centrale del Madrid è assoluto padrone dell’aria di rigore. Sicuramente non è bello stilisticamente, ma l’importante è l’efficacia e Ramos ha giganteggiato.

Jordi Alba voto 6,5. Il terzino del Barça spinge spesso e volentieri duettando con Isco e Iniesta. Fanno uscire pazzo il povero Soares che non riesce mai a prenderli.

Koke voto 6. Ci si aspettava geometria e tecnica dal centrocampista dell’Atletico e stasera sono mancate un paio di cosette. In primo luogo il gioco di prima e lo scambio rapido che sono fondamentali del Cholo.

Busquets voto 6. Doveva arginare le incursioni lusitane e dare copertura alla difesa. Il suo compito viene spesso tralasciato e questo favorisce alcune accelerazioni portoghesi.

Iniesta voto 6,5. La classe non è acqua e Don Andres ne ha da vendere. Sposta il pallone con una rapidità e precisione da disorientare gli avversari. Perde qualche pallone di troppo ma è al suo ultimo mondiale e una carriera piena di vittorie, dunque solo applausi.

Isco voto 6,5. In condizione e costante spina del fianco nella difesa lusitana. Salta l’uomo, imposta, crossa e conclude. Uomo chiave per la superiorità numerica.

Silva voto 6. L’attaccante del City non incide molto, ma sa incutere ancora timore. Prova a creare pericoli, ma dalle sue parti i portoghesi reggono bene.

Costa voto 7. Doppietta per l’attaccante dell’Atletico che realizza un gol spettacolare e un altro da rapace d’aria. L’unico centravanti di ruolo spagnolo si presenta così al mondiale.