8 marzo, Festa della Donna: perché?

Oggi, domenica 8 marzo 2015, si celebra la Festa della Donna, una festa di origini americane e diffusa anche in Italia a partire dal 1922 per celebrare i successi e i riconoscimenti ottenuti nel corso della storia dalle donne in ambito politico, economico e sociale e trasformata, negli ultimi anni, dal consumismo moderno. Le origini della Festa della Donna risalgono al 1909 anno in cui il Partito Socialista americano diede vita a una manifestazione in favore del diritto delle donne al voto.

Nell’anno seguente, 1910, vi fu la proposta del VIII Congresso dell’Internazionale socialista di istituire una giornata interamente dedicata alle donne. Ma perché la Festa della Donna si celebra proprio l’8 marzo? Leggenda vuole che proprio l’8 marzo circa 150 donne persero la vita durante un incendio in una fabbrica di New York. L’incendio avvenne realmente, tuttavia si registrò qualche giorno più in là, ovvero il 12 marzo 1911, e la Festa della Donna era già stata istituita.

Leggenda a parte, pare che la giornata dell’8 marzo come Festa della Donna venne scelta nel 1917 anno in cui le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra. Nel 1922 la Festa della Donna si diffuse anche in Italia e nel 1946 venne scelta la mimosa come simbolo della ricorrenza.