Aiuti alla Roma, sviste arbitrali per i giallorossi nel 2014/15

Nel mondo del calcio è risaputo che solitamente è la Juventus che viene aiutata dagli arbitri, ma nella stagione 2014-15 è la Roma la squadra a cui le sviste arbitrali stanno dando più punti. L’ultima in ordine di tempo è quella di ieri sera in Coppa Italia contro l’Empoli: un rigore concesso al 114’ con l’intervento del difensore Zielinski nettamente sul pallone senza assolutamente prende Paredes. Dal dischetto è andato De Rossi che ha siglato il 2-1 che ha concesso la qualificazione ai capitolini. Ma la lunga serie di sviste non si ferma qui perché era successo lo stesso domenica scorsa contro il Palermo: la Roma sotto di un gol raggiunge il pari su un fuorigioco, ritenuto dall’arbitro passivo di Destro.

Ma non finisce qui perché la domenica precedente gli stessi giallorossi hanno battuto l’Udinese per 1-0, ma resta il neo addebitabile a Guida di Torre Annunziata di non aver concesso un rigore a cinque minuti dal termine ai friulani per intervento di Emanuelson su Konè. Non mancano poi le polemiche quando la Roma pareggia all’Olimpico contro il sassuolo per 2-2: due volte sotto la squadra giallorossa pareggia in due circostanza quanto meno dubbie. Quelli brevemente analizzati sono solo alcuni casi, ma di certo mister Garcia non aiuta quando dichiara: “Il rigore contro l’Empoli? Se il difensore tocca prima il nostro giocatore o l’avversario è difficile dirlo. Ma l’arbitro era vicino e ha deciso di fischiare il rigore. Bisogna dargli fiducia se ha deciso di giudicare in questo modo”.

Leggi anche: