Allegri-Milan: esonero in caso di sconfitta contro Lazio e Fiorentina

Il Milan è chiamato ad una risposta dopo la deludente prova di Parma, che ha sottolineato i tanti limiti difensivi, ma anche mentali di una squadra che soffre durante l’arco dei novanta minuti troppo per definirsi una grande squadra.

Detto ormai addio al sogno scudetto, i tifosi si augurano che nelle prossime due gare, contro avversari molto ostici come Lazio e Fiorentina, arrivino punti utili per non perdere il treno Champions League e dunque per il terzo posto: sarà fondamentale vincere due scontri diretti in modo anche da dare fiducia all’intero ambiente che appare a terra.

Ma nel caso le cose non vadano bene tra mercoledì e domenica, l’esonero di Massimiliano Allegri potrebbe seriamente materializzarsi: il tecnico toscano già contro i biancocelesti si gioca una importante chance di restare a Milano, ma anche in caso di sconfitta avrà modo di recuperare contro i Viola.

Nella peggior situazione, il posto dell’ex allenatore di Sassuolo e Cagliari dovrebbe essere preso dall’allenatore della Primavera, Filippo Inzaghi, che sta mostrando tutto il suo carisma con i giovani talenti: la soluzione però potrebbe essere temporanea, in attesa di quel Clarence Seedorf che tanto piace a Berlusconi e che sarebbe anche una soluzione low cost per giugno.

Leggi anche -> Lazio-Milan: alla scoperta degli avversari dei rossoneri

Leggi anche -> Milan, per il mercato spunta un esterno francese

Leggi anche -< Sfortuna Milan: una ricaduta per un difensore rossonero