Amarcord: Ibrahimovic, l'ex di Juventus e Malmo

La sfida di Champions contro gli svedesi del Malmo si avvicina e oggi la nostra rubrica Amarcord racconterà la storia di un calciatore che ha vestito sia la maglia del Malmo che quella della Juventus, Zlatan Ibrahimovic.
“Nessuno ha la potenza di Zlatan Ibrahimović. Lui e Marco Van Basten sono identici nell’eleganza.” Così descriveva lo svedese Fabio Capello, allenatore che ha vinto quasi tutto ed ha vinto anche uno scudetto con la Juve, titolo che poi fu revocato.

La storia di Zlatan Ibrahimovic inizia proprio nel Malmo che lo mette sotto contratto nel 1995, all’età di tredici anni. Ibra fa tutta la trafila delle giovanili, prima di esordire con la maglia della prima squadra a diciassette anni. Il Malmo retrocede nella serie B svedese e quello è l’anno della consacrazione per Zlatan perchè diventa titolare e con i suoi dodici gol contribuisce alla promozione del Malmo. L’anno successivo lo svedese resterà fino a Gennaio nel Malmo, prima di trasferirsi poi all’Ajax, squadra che l’ha consacrato come uno degli attaccanti più forti in prospettiva.

Dall’Olanda la prima squadra a scoprire Zlatan Ibrahimovic è proprio la Juventus che lo acquista per sedici milioni di euro. Nella stagione 2004-2005 Ibra realizza sedici gol e conquista lo scudetto con la squadra bianconera, titolo che poi verrà revocato per lo scandalo Calciopoli e l’attaccante svedese commenterà così:“Vidi Luciano Moggi cominciare a piangere davanti a noi durante lo scandalo di Calciopoli. Il mondo si era rovesciato. Noi stavamo portando a casa il secondo scudetto consecutivo e ci hanno tirato nel fango. Gli arbitri non ci favorivano, eravamo semplicemente i migliori e ci dovevano affondare, ecco la verità.”

La stagione successiva allo scudetto non fu esaltante per Ibra che poi lasciò la Juventus per trasferirsi all’Inter.
Il calciatore potrà vedere la partita, visto che è impegnato il giorno dopo con la sua squadra, e sarà una sfida di cuore per lui, ma molto probabilmente tiferà per il Malmo, la squadra che l’ha cresciuto e l’ha fatto conoscere al grande calcio.

Leggi anche –> Amarcord, Juventus 3-2 Udinese: Platini batte Zico (video)
Leggi anche –> Amarcord: Quella calda estate di mercato del 2001…