Amarcord: Juventus 4-0 Nordsjaelland, l'ultima vittoria contro una danese in casa

La situazione in Champions della Juventus era molto simile, la Vecchia Signora aveva tre punti ma con una partita in meno rispetto ad adesso. Anche lì però serviva una reazione, i bianconeri provenivano da un pari in Danimarca come successo con il Copenaghen.

Il girone era meno abbordabile, composto dal Chelsea campione uscente che poi avrebbe vinto l’Europa League, e lo Shaktar di Fernandinho e compagni.

La Juventus arrivò alla gara  con molta pressione, gli uomini di Conte sapevano bene che non potevano sbagliare perchè quella sfida sarebbe costata loro la qualificazione agli ottavi.

Il Nordsjaelland aveva giocato all’andata la partita della vita ed era riuscito a conquistare l’unico punto del girone dopo le sconfitte con le altre due avversarie.

Juventus-Nordsjaelland

La concentrazione però era quella giusta, i bianconeri misero subito la partita sul binario giusto grazie al gol al sesto minuto di Marchisio. Il raddoppio arrivò circa venti minuti dopo quando Vidal insaccò alle spalle di Hansen che all’andata era stato insieme ad Okore l’eroe del match.

La partita era in discesa e a chiuderla ci pensò Giovinco che al trentasettesimo segnò la rete del 3-0. Il vantaggio sostanzioso permise ai bianconeri di effettuare una girandola di cambi e far riposare i più affaticati, entrò così sulla scena Fabio Quagliarella, l’uomo della Champions, che siglò anche il poker al settantacinquesimo.

Il sogno Champions svanì quella notte per il Nordsjaelland mentre si riaprì quello della Juventus che grazie alle successive vittorie su Chelsea e Shaktar riuscì ad arrivare ai quarti.

Il ricordo di questa partita può essere di buon augurio per domani, con i bianconeri che si giocheranno la qualificazioni in casa proprio contro una squadra danese.

Leggi anche –> Ultime Notizie Juve, Conte: “Champions? E’ tutto nelle nostre mani”
Leggi anche –> Juve-Copenaghen, le condizioni degli infortunati: Barzagli c’è, Lichtsteiner no