Amarcord, Juventus-Real Madrid: la storia del doppio ex Zinedine Zidane

Ci sono calciatori che solo a pronunciare il nome ti fanno battere il cuore. Noi comuni mortali di fronte a tanto talento ci sentiamo in soggezione: stiamo parlando di giocatori che hanno scritto pagine memorabili della storia del calcio.
Se un club o una Nazionale sono diventati tanto prestigiosi, lo si deve anche a questi personaggi che hanno contribuito ad impreziosirne la bacheca.

Questa è la settimana di Real Madrid-Juventus, partita di Champions importantissima per l’una e l’altra squadra. Un tempo Real e Juve erano due squadre che lottavano sempre per i primi quattro posti del torneo, mentre ora entrambe fanno fatica nonostante abbiano giocatori di spessore e una storia alle spalle impossibile da cancellare.
Il trascorso di Real Madrid e Juventus è stata segnato per un periodo di tempo da un calciatore che tutt’ora è reputato uno dei più forti mai esistiti, Zinedine Zidane.

zidane

Il francese è stato un “blancos-nero”, ha trascorso la sua vita fra Juve e Real ad eccezione degli esordi con Cannes e Bordeaux. E’ proprio da quest’ultima che la Juventus lo preleva, sempre grazie all’ottima rete di osservatori e dirigenti della società bianconera, per il prezzo di 7,5 miliardi di lire, non poco ma nemmeno tanto per uno come lui.
Con la Vecchia Signora sono splendidi i primi due anni in cui la squadra vince due scudetti, una coppa Intercontinentale, una Supercoppa Europea e una Supercoppa Italiana e grazie alla vittoria dei Mondiali con la Francia, Zinedine conquisterà anche il Pallone d’oro.

Gli ultimi tre anni alla Juventus furono caratterizzati da luci ed ombre e questo fece sì che la società si convincesse a venderlo ai galacticos. Con gli introiti della cessione di Zidane, la Juventus creò un’altra squadra fantastica, ma questa è un’altra storia.
Al Real Zidane si affermò ancora maggiormente, riuscendo a vincere la Champions, che con la Juventus era sfumata per ben due volte. Il suo gol nella finale di Champions contro il Bayer Leverkusen rimarrà per sempre negli annali della storia come uno dei più belli.

Leggi anche–> Fiorentina-Juventus tra amnesie e fragilità: il secondo tempo peggiore dell’era Conte
Leggi anche–> La voce del tifo: la colpa è di Buffon