Amelia promette al Milan: "Sarò presente e sosterrò la squadra"

Entrato dopo appena 5 minuti di gioco a seguito dell’espulsione di Christian Abbiati nella partita contro il Parma, Marco Amelia dovrebbe ritrovare nelle prossime due giornate di campionato la titolarità e, intervistato ai microfoni di Milan Channel, si è mostrato motivato a dare il 100 %. Il Milan non sta di certo attraversando un periodo felice e il portiere rossonero si è detto pronto a fare tutto il possibile per aiutare la squadra a ritrovare spirito e fiducia.

“Il gol dopo 5 minuti di gioco ci ha messo in difficoltà, ma abbiamo reagito trovando il pari. -questo il pensiero di Amelia sulla partita Milan-Parma- Poi ci siamo complicati le cose da soli e subito il 3-2. Siamo in una situazione delicata perché non arriviamo al risultato. Durante la settimana lavoriamo molto, ma poi non riusciamo a raccogliere i frutti di questo lavoro. Ogni giorno siamo qui a cercare di invertire la rotta”.

Sarà importante secondo Amelia ripartire da zero e reagire già dalla prossima giornata: “Dobbiamo ripartire da zero, mettendo in campo un atteggiamento sempre grintoso per non andare in difficoltà. Purtroppo alcune di queste difficoltà ce le portiamo avanti da tempo, addirittura da quest’estate“. E per tornare vincenti sarà necessario il sostegno dei tifosi che, nonostante il periodo e la contestazione della scorsa domenica,sono ragazzi intelligenti e di spessore. Ci stanno spronando per andare avanti. Il valore dei nostri tifosi e della curva è indubbio. Non ci abbandoneranno mai, perché sanno che il Milan ha bisogno di loro”.

Ottimista anche per quel che riguarda il futuro, dove a fare il bene della squadra sarà la società, Amelia si augura che possa ripetersi quanto accaduto in passato: “Da qui fino a maggio dobbiamo essere noi a dimostrare quello che valiamo. Sarà poi la Società a fare le sue scelte una volta terminato il campionato, per creare una squadra vincente. Nel 98′ la squadra era in difficoltà, poi l’anno dopo vincemmo lo scudetto. Speriamo di poterci ripetere”.

Nell’attesa, però, bisognerà pensare a Lazio e Fiorentina, prossime avversarie del Milan in campionato: “Saranno due partite difficili. La Lazio a livello ambientale non è messa bene, ma vengono da una vittoria a Cagliari. Il risultato è una conseguenza delle prestazioni”.  Infine, per quel che riguarda lui, cercherà di motivare i compagni a far bene: “Voglio essere presente nello spogliatoio e sostenere i miei compagni in campo e negli allenamenti”.

Leggi anche-> Maldini: “Stanno distruggendo il mio Milan”

Leggi anche-> Cassano critica la società, ma ringrazia i tifosi del Milan