Ancelotti su Allegri: "Al Milan bisogna seguire una certa filosofia di gioco"

Per il Milan, questa stagione non è cominciata di certo tra i migliori auspici. I risultati mancano, il bel gioco latita e alcune figure importanti che hanno fatto la storia di questo club sono sempre più a rischio d’addio. Ai microfoni di Radio24, ha voluto dire la sua sul particolare momento dei rossoneri, uno degli artefici dei successi del Milan negli ultimi anni. Stiamo parlando di mister Carlo Ancelotti, attualmente alla guida tecnica del Real Madrid, club con il quale vorrebbe ripetere le imprese compiute con la squadra milanese soprattutto in Europa.

Le prime parole sono sulla figura di Galliani che, a fine stagione, potrebbe lasciare il club con il quale ha condiviso totalmente la sua esperienza calcistica: “Adriano Galliani è la persona più importante per il Milan. Non è solo un dirigente: è un dirigente-tifoso che ama questa squadra, è cresciuto con questi colori per cui ha fatto tantissimo ed ha un’esperienza che nessun dirigente al mondo può vantare. La sua assenza peserebbe tantissimo in società ma non so cosa succederà in futuro. Di sicuro a livello d’esperienza Galliani non ha pari“.

Massimiliano Allegri

Infine, le parole di chiusura sono per il collega Allegri, sempre più sulla graticola nonostante la fiducia della società nei suoi confronti: “Ci sono squadre in cui il destino di un allenatore non è legato solamente al risultato. Rimanere al Milan significa seguire la filosofia dettata da Silvio Berlusconi che è legata allo spettacolo e all’immagine e l’allenatore deve cercare di perseguire questi obiettivi. Al Milan il risultato non è l’aspetto determinante ma conta anche la mentalità“.

Leggi anche –> Braida via a Gennaio alla Sampdoria?

Leggi anche –> Galliani in politica a Giugno?

Leggi anche –> Allegri confermato!