Antonini contro Allegri, il gol rivincita dello scartato

La vendetta è un piatto che va servito freddo e ieri sera in Genoa-Juventus Luca Antonini lo ha confermato. Di certo Massimiliano Allegri non poteva aspettarselo e, in tutta onestà, nemmeno il terzino ex Milan, autore del gol della vittoria rossoblu e della disfatta bianconera, poteva prevedere una rivincita del genere. La Juve, allenata da quell’Allegri che per qualche anno al Milan è stato il mister di Antonini e che lo ha scartato perché non ritenuto all’altezza o idoneo al suo progetto (rivelatosi in verità fallimentare), ha raccolto la prima sconfitta in questo campionato di Serie A contro il Genoa dell’ex “allievo”.

Già questi dati avrebbero riempito di soddisfazione i tifosi del Grifone e lo stesso giocatore. Antonini però non si è accontentato: vincere contro la Juventus sì, ma a modo suo. Così dopo una partita condotta sullo 0-0, al 94′ il guizzo del terzino ex Milan su cross basso di Matri con palla depositata in rete ha spedito la Juventus all’inferno e fatto gelare Max Allegri che non solo ha raccolto la prima sconfitta in campionato da allenatore della Juve, ma ha dovuto far spazio alla Roma che,  vincendo contro il Cesena, ha raggiunto a quota 22 la Vecchia Signora in testa alla classifica.

Il piatto servito da Antonini ad Allegri non era freddo, ma ghiacciato e, sebbene il giocatore nel post partita abbia parlato di “acqua passata”, quel gol rifilato al 94′ al suo ex allenatore di certo rimarrà sempre nel suo cuore perché in fin dei conti ride bene chi ride ultimo e al Marassi Antonini s’è fatto una grossa risata, come a dire: “La vendetta è servita”.

Leggi anche: