Atletico Madrid-Milan 4-1, Weah si sfoga su Twitter: "E' uno scandalo!"

La sconfitta del Milan contro l’Atletico Madrid non è stata digerita da una delle bandiere dello storico passato rossonero George Weah che ha affidato a Twitter il suo sfogo dopo l’eliminazione del Diavolo dalla Champions League. Ciò che più ha deluso l’ex attaccante non è tanto il risultato quanto la prestazione della squadra assolutamente deludente e non all’altezza di un club come il Milan. “Triste sono davvero molto triste. A voi veramente manca tantissimo non potete continuare così, se non sapere giocare cosa fate lì”. È questo il pensiero di Weah a seguito della partita Atletico Madrid-Milan, ma questo tweet non è il solo. Il liberiano infatti continua: “Dove finirete veramente, è uno scandalo! Mi dispiace Milan ma io cambierei tutta la squadra e ricomincerei da zero”.

Colpevole dunque l’intera formazione scesa in campo contro gli spagnoli, assolto Seedorf che, secondo Weah, non ha nessuna colpa: “Di sicuro domani i giornali parleranno male di Seedorf anche se lui non ha colpe. È una cattiva abitudine questa. Non sono i miei ex compagni che sbagliano tattica e formazione, sono i giocatori che hanno la testa nei piedi e i piedi in testa”; e continua: Adesso capisco le parole di Boban quando diceva ‘i ragazzi di oggi non sono come noi’, loro pensano solo ad avere una bella macchina e un bel salario e non dimostrano di avere qualità”.

Prosegue quindi ricordando i suoi tempi: “Mi ricordo i miei primi anni quando, pur essendo un giocatore professionista e facendo tanti gol, in Africa io non prendevo soldi ma a me non importava. A me interessava dormire con il pallone, mangiare con il pallone perché lui era il mio migliore amico, non il denaro o il lusso”. Si rivolge poi agli attuali calciatori del Milan: “Tutte stupidaggini, fate una cosa: se non sapete godere del campo e non sapete giocare, andate a casa e giocate con la PlayStation che lì siete bravi”.

Conclude poi scusandosi dello sfogo: “Scusatemi ma dovevo sfogarmi e dire tutte queste cose. Io sono stato un giocatore del Milan e grazie a loro ho vinto un Pallone d’Oro e sono diventato Weah. Per questo provo questa rabbia. Il Milan così come il PSG o ilMonaco sono le mie famiglie e un figlio difende sempre la propria famiglia”.

Leggi anche-> Atletico Madrid-Milan 4-1: Tiziano Crudeli show (Video) 

Leggi anche-> Atletico Madrid-Milan 4-1: Video gol e sintesi del match

Leggi anche-> Atletico Madrid-Milan 4-1: rossoneri in caduta libera