Atletico Madrid-Milan, Taarabt: "Ci qualificheremo giocando con intensità"

Tra qualche ora il Milan si troverà allo stadio Calderon per affrontare l’Atletico Madrid nella partita di ritorno degli ottavi di Champions League. L’obiettivo dei rossoneri è raggiungere la qualificazione ai quarti, ma, vista la sconfitta nel match dell’andata, gli uomini di Seedorf devono assolutamente vincere, nemmeno il pareggio basterebbe infatti ad andare avanti nella competizione europea. Nella società rossonera si respira un clima di parziale ottimismo con Galliani che ricorda l’impresa del Milan ancelottiano nel 2007 e Seedorf che, in conferenza stampa, si dice pronto “a scrivere la storia”.

Spirito ottimista che coinvolge anche i calciatori del Milan, tra questi c’è anche Adel Taarabt che se gli viene chiesto dell’Atletico Madrid risponde: Incontriamo una grande squadra e sarà dura, ma a San Siro meritavamo la vittoria. Dovevamo vincere noi per 3-0 e invece ci siamo imbattiti in una bestia come Courtois. Se giocheremo con la stessa intensità, passeremo noi”. Il Milan, quindi, si giocherà tutte le sue carte: Abbiamo tantissimi bravi giocatori e ci stiamo adattando al modo di lavorare di Seedorf. All’andata li abbiamo bloccati non lasciandogli fare i passaggi corti che tanto piacciono ai Colchoneros. Io sono un grande fan di Arda Turan, ma anche uno come Diego Costa fa impressione”.

Arrivato in rossonero a gennaio, Taarabt rassicura infine i tifosi del Milan: il suo desiderio è rimanere nel Club di via Rossi per molto tempo. “È un sogno poter giocare qui e mi piacerebbe restare al Milan. Siamo uno dei più grandi club al mondo, basta vedere San Siro e Milanello: tutto eccezionale. Senza dimenticare i grandi giocatori come Van Basten, Gullit, Maldini, Inzaghi, Ibrahimovic, Thiago Silva. Il Milan mi ha dato la possibilità di farmi vedere al mondo, per questo sono grato al club. Sfrutterò al massimo questa occasione”.

Leggi anche-> Atletico Madrid-Milan: il Diavolo cambia volto

Leggi anche-> Atletico Madrid-Milan, Seedorf: “Pronti a scrivere la storia”

Leggi anche-> Atletico Madrid-Milan: probabili formazioni