Attenzione a mangiare marmellata: ecco cosa può accadere!

Oggi faremo il punto sulle marmellate. Dal punto di vista nutrizionale esse offrono più che energia concentrata sotto forma di zucchero. Infatti un cucchiaio ne apporta circa 40 calorie. Oggi in commercio sono disponibili comunque anche delle marmellate con bassi contenuti di zuccheri: addirittura anche la metà a volte. La frutta che viene utilizzata per fare la marmellata fornisce le fibre solitamente sotto forma di pectina ma, in parte, anche come cellulosa che proviene da semi e bucce. Nelle marmellate che vengono prodotte industrialmente le pectine vengono anche aggiunte come addensanti.

Italia, Stati Uniti ed in quasi tutti i paesi dell’Europa Settentrionale le marmellate sono utilizzate come coperture o ripieni per torte e dolci ma in molti altri paesi vengono servite proprio come dolci o, addirittura, mangiate da sole. La cotognata è un esempio lampante. Infatti la parola “marmellata” deriva da marmelo, che in portoghese si traduce appunto in marmellata.

Bisogna però fare molta attenzione a mangiare le marmellate. Esse infatti contengono salicilati, ovvero delle sostanze organiche che in alcuni individui predisposti possono anche scatenare delle gravi reazioni allergiche. Inoltre si deve stare attenti ad acquistare le marmellate a prezzi più economici perchè all’interno di queste vengono utilizzati dei coloranti artificiali che possono fare molto male alla nostra salute.