Risolvere la stitichezza con le banane: funziona o crea altri problemi? Ecco la risposta

Uno dei frutti che molto spesso viene messo al centro di polemiche è la banana. C’è chi ipotizza che si tratta di un frutto poco digeribile per cui non è indicato in caso di stitichezza e c’è chi invece, afferma tutto il contrario.

Quanto c’è di vero tra le due ipotesi?

Ecco dunque, tutto ciò che bisogna sapere in merito alla banana in maniera tale da capire se è possibile consumarla senza preoccupazioni in caso di stitichezza. Intanto partiamo dal presupposto che in 100 gr di banana sono presenti:

  • – 23 gr di carboidrati;
  • – 0,3 gr di grassi;
  • – 1,1 gr di proteine;
  • – 2,6 gr di fibra;
  • – 358 gr di potassio;
  • – 27 mg di magnesio;
  • – 5 mg di calcio;
  • – 0,3 gr di ferro;
  • – 1 mg di sodio.

Inoltre è presente la vitamina A, C, e B6. Insomma si tratta di un frutto completo, da come si può facilmente intuire, possiede un’ottima fonte di magnesio e potassio, oltre ad essere ricco di carboidrati. Contiene altresì un buon quantitativo di fibra, una sostanza indispensabile per favorire la pulizia del colon e dell’intestino, oltretutto è ricco di magnesio per cui, si rivela un potente coadiuvante per facilitare il processo digestivo. 

Se consumato a colazione provocherà un senso di sazietà  maggiore rispetto agli altri frutti, questo perché le fibre tendono a rallentare la digestione.

Per le persone che accusano problemi di stitichezza, questo frutto può essere consumato oppure no?

Non c’è una risposta univoca, ovvero valida per tutti, perché in base al proprio stato di salute, questo frutto può avere un effetto astringente o lassativo. In apparenza, può sembrare un paradosso, in realtà non è così e ora spiegheremo la ragione di quanto affermato in precedenza.

Di fronte ad uno stato di stitichezza o diarrea, l’intestino è molto stressato e contratto, il  magnesio presente in questo frutto ha la capacità di distendere le fibre muscolari a prescindere dalla condizione in cui si trova, permettendo così il ripristino della motilità intestinale. 

Nonostante le dicerie che le banane siano astringenti, in realtà aiutano a regolarizzare l’intestino,  inoltre, nessuno studio scientifico afferma che causano stitichezza. E allora perché privarsi di questo frutto buonissimo? L’importante è che il consumo sia piuttosto moderato.

Meglio consumare le banane gialle o verdi per migliorare la costipazione?

Le banane verdi risultano essere molto più indicate perché sono ricche di amido resistente. Grazie dunque, alla presenza di questa forma di carboidrato alimentare ecco che i benefici che si possono trarre sono innumerevoli:

  • Aumentano il senso di sazietà e d’altro canto contrastano l’obesità;
  • Alimentano i batteri buoni all’interno dell’intestino;
  • Migliorano la salute dell’intestino;
  • Sono particolarmente indicati in caso di stipsi.

Ci sono effetti collaterali che può apportare il consumo di banane?

Assolutamente no, la banana non ha controindicazioni. Naturalmente ci riferiamo a persone che stanno bene e godono di buona salute e non hanno alcuna patologia. Per coloro che presentano invece, alcuni disturbi come cardiopatie, malattie renali o diabete, a causa delle sostanze presenti all’interno del frutto (magnesio e potassio) si consiglia un’assunzione moderata, perché in caso contrario, il proprio quadro clinico potrebbe peggiorare.